Tu sei qui

La sfida della H2R e Kenan Sofuoglu: 400km/h!

Il 30 giugno sul ponte di Izmit in Turchia partirà la caccia all'incredibile record

Moto - News: La sfida della H2R e Kenan Sofuoglu: 400km/h!

Share


Kenan Sofuoglu e la super Kawasaki H2R sono pronti a sfidare il Dio della velocità. Fin dal debutto sulla scena mondiale, la Kawasaki Ninja H2R, la 4 cilindri dotata di sovralimentazione,  ha da subito messo in chiaro quali fossero i suoi obbiettivi: frantumare tutti i record di potenza e velocità per un prodotto di serie. La bomba di Akashi adotta un motore 4 cilindri da 998 cm3, sovralimentato con un compressore centrifugo, capace di raggiungere i 14.000 giri e di portare la potenza a 210 CV (con airbox in pressione) nella versione "base", che diventano però 310 nella versione R, quella che il pluricampione del mondo SS utilizzerà per il record della Ninja.

Sofuoglu ha già avvicinato il primato, sempre in sella alla H2R, portandola poco tempo fa ad una inquietante velocità di 391 km/h, ma ora vuole fare di più. Il nuovo tentativo di Kenan si svolgerà nella sua nativa Turchia, sul ponte Ozman Gazi, il quarto ponte sospeso più lungo del mondo. Conosciuto anche come il "ponte di Izmit", si estende in tutta la baia di Izmit in Turchia, e verrà inaugurato il 30 giugno con il tentativo di record come ciliegina sulla torta per l'occasione.

Sono previsti ovviamente attenzioni speciali per Kenan e la moto, a partire dagli pneumatici Pirelli che verranno realizzati in una mescola  appositamente formulata per evitare il surriscaldamento dovuto all'altissima velocità. Il petroliere Elf fornirà il carburante che dovrebbe aiutare il motore H2R a produrre più potenza e una velocità massima più elevata.

Kenan indosserà inoltre una tuta realizzata dalla Rev'it, molto curata sia sul fronte della vestibilità e protezione che nell' aerodinamica con appendici apposite. Sofuoglu afferma che i 400 km/h dovrebbero essere raggiunti in circa 30 secondi. Inutile dire che per una star come lui nel suo Paese l'attesa è tanta, e lo stesso Presidente turco Erdoğan osserverà con attenzione l'esito della prova.

Articoli che potrebbero interessarti