Tu sei qui

SBK, La Ducati fa gola: il team CM sceglie la Panigale V2 per il 2022

La squadra capitolina ha deciso di chiudere l’avventura con Yamaha e ripartire dalla Casa di Borgo Panigale per la prossima stagione in SuperSport

SBK: La Ducati fa gola: il team CM sceglie la Panigale V2 per il 2022

Share


Il 2022 sarà l’anno della rivoluzione in SSP con il cambio di regolamento. Tra le nuove moto vedremo all’opera MV Agusta, così come Triumph e Ducati. Proprio quest’ultima porterà in azione la Panigale V2, la quale verrà utilizzata da Aruba e Barni.

A tal proposito alla lista si aggiunge anche CM. Il team capitolino chiuderà infatti la collaborazione con Yamaha a fine stagione per ripartire dalla Casa di Borgo Panigale. Di seguito il comunicato diramato dalla squadra.

Il CM Racing Team è lieto di comunicare una importante novità legata al proprio futuro. Dopo aver debuttato nel 2021 in maniera eccellente nel campionato mondiale Supersport, conquistando (con un round ancora da disputare) una vittoria ed un totale di sei podi, la struttura di Alessio Cavaliere è pronta a guardare con fiducia al 2022, coadiuvata da un nuovo e glorioso marchio.

Nella prossima stagione del campionato WorldSSP, che segnerà l’entrata in vigore di un nuovo e rinnovato regolamento, il CM Racing Team unirà le proprie forze a quelle di Ducati, pronta a fare il suo ingresso in categoria, scendendo dunque in pista con la Panigale V2 955, moto al debutto ma dal sicuro ed ampio potenziale.

Il CM Racing Team ringrazia sentitamente Yamaha per il supporto ricevuto nel corso della fruttuosa stagione 2021. Nei prossimi giorni il team romano nominerà il nome del pilota che difenderà i colori della squadra nella prossima stagione.

C'è quindi soddisfazione da parte di Alessio Cavaliere (Team Principal): “Sono davvero orgoglioso di poter annunciare il nostro passaggio a Ducati, che ringrazio per la grande opportunità. Lo sbarco di Ducati in Supersport è un qualcosa di davvero epocale, e siamo felici come CM Racing Team di viverlo in prima persona. Certamente si tratta di una sfida tutta da scoprire, che non vediamo l’ora di intraprendere. Desidero al contempo ringraziare Yamaha, che ci ha aiutato e supportato nella nostra stagione di esordio in categoria, consentendoci di raggiungere subito ottimi risultati".

 

Articoli che potrebbero interessarti