MotoGP, Michelin sotto pressione: non bastano le gomme per i test di Losail

Le squadre chiedono di far partecipare gli ufficiali ai test dei collaudatori dal 5 al 7 marzo per recuperare i tre giorni persi di Sepang, ma la casa francese non ha pneumatici a sufficienza per tutti in Qatar

Share


Confermate le date dello shakedown di Losail e dei successivi test MotoGP, sono trapelate le prime indiscrezioni sulla riunione Dorna, Irta, FIM, team MotoGP di oggi.

Si sta infatti discutendo se aprire le date dello shakedown dei collaudatori, delle case con concessioni (solo Aprilia, oggi) e dei rookie, anche ai piloti titolari. Questo per far recuperare in qualche modo i tre giorni persi di test a Sepang.

A premere per un aumento dei giorni, ovviamente, le squadre con nuovi corridori (Rossi a Petronas-Yamaha, Quartararo a Monster Yamaha, Pol Espargaró a Repsol, Petrucci a Tech3, Zarco a Pramac-Ducati e così via) sono state particolarmente poco entusiaste del nuovo piano.

La discussione se portare da tre a quattro o addirittura a cinque i giorni di test si è interrotta quando Michelin ha chiarito di non avere pneumatici a sufficienza per tutti.

Per ridurre i costi, i pneumatici vengono infatti spediti all’evento all'estero in container via nave già tre mesi prima. Una eventuale nuova spedizione avrebbe costi aggiuntivi.

Attualmente sono in corso trattative con Michelin. I francesi devono ora calcolare se sono in grado di consegnare abbastanza gomme a Doha per consentire agli ufficiali un giorno o due in più di allenamento al shake-down. Un ulteriore quarto giorno di test non è stato ancora garantito.

MotoGP

Test ‘shakedown’ a Losail: 5-7 marzo
Test IRTA MotoGP a Losail: dal 10 al 12 marzo

Moto2 e Moto3

Test Jerez: 16-18 marzo

Test privati della Moto2:

Jerez: 24/25 febbraio
Portimão: 2/3 marzo

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti