Bimota: ecco la Tesi H2 definitiva. Cuore Kawasaki, tecnica Bimota

Adotta il propulsore sovralimentato della Casa giapponese, che potrebbe rilanciare un marchio italiano storicamente legato alla sospensione distintiva della Tesi. Preordini aperti da ieri

Share


Da ieri è possibile effettuare il pre-ordine della Tesi H2 sul sito dedicato (ecco il link). Ancora non sono stati comunicati il prezzo e gli ultimi dettagli tecnici, ma la potenza del motore dovrebbe attestarsi a 231 cv, replicando quella della Ninja H2, mentre per il prezzo possiamo ipotizzare che sarà in "zona 65 mila euro".

Bimota annuncia che consegnerà i primi esemplari di produzione della estrema ed innovativa Tesi H2 a partire dal 1° Ottobre 2020. La Tesi H2 è stata presentata per la prima volta al Salone di Milano Eicma 2019, attirando l’interesse mondiale di appassionati e giornalisti come il primo esemplare di rilancio del più tradizionale marchio italiano e sempre ammirato marchio premium del settore motociclistico.

La Bimota Tesi H2 sarà distribuita sul mercato europeo a partire dal 1° Ottobre. Subito dopo le vendite saranno ampliate gradualmente agli altri mercati. La produzione della Tesi H2 avverrà all’interno della famosa fabbrica Bimota di Rimini con una previsione di tiratura limitata a 250 unità ognuna delle quali con una targhetta unica comprendente il numero di telaio.

Share

Articoli che potrebbero interessarti