Tu sei qui

MotoAmerica, Elias a caccia di Spies nello Utah: Toni vuole più successi di Ben

Il texano è fermo a quota cinque vittorie a Tooele, con una doppietta lo spagnolo lo sorpasserebbe. Sarà ancora lotta tra Suzuki e Yamaha

MotoAmerica: Elias a caccia di Spies nello Utah: Toni vuole più successi di Ben

Per la quinta tappa stagionale di Tooele è prevista una novità: i corridori iscritti al campionato MotoAmerica disputeranno le gare delle rispettive classi nel tracciato in configurazione da 2,2 miglia, che prende il posto di quello della lunghezza di 3,4. Considerando le 15 curve presenti nel layout, possiamo dire che la pista è molto impegnativa.

Anche perché non piove (quasi) mai nello Utah a giugno. L'immenso deserto salato è a mezzo passo dal circuito e, se avete a disposizione un razzo od una moto preparata per l'occasione, perché non vi cimentate in una grandissima accelerazione a tutto gas? Già che ci siete, magari incontrate qualche indiano Navajo, già conosciuti da diversi protagonisti della Superbike.

Terrà la manetta aperta Elias, leader della classifica con la Suzuki. Toni ha vinto quattro volte laggiù (o lassù, dipende da dove state leggendo questo articolo) e, qualora lo spagnolo dovesse centrare una doppietta, raggiungerebbe quota sei successsi, sorpassando i 5 detenuti dal texano Spies, tutti con la GSX-R Yoshimura. Ben, tra l'altro, fu il dominatore del round mondiale 2009, nel quale salì in entrambe le manche sul gradino più alto del podio ai tempi della Yamaha R1. Elbowz fu rinominato poi "Texas Terror", nickname da vero tamarro, ma efficace.

Elias nel 2018 fu protagonista di un barbecue. Se negli USA si dice che le migliori grigliate di carne si preparino tra il Missouri ed il Kansas, bè, ricredetevi: sappiate che la moto dell'ex campione Moto2 e MotoAmerica è andata a fuoco, senza nemmeno un vite fosse risparmiata dal falò. Sarebbe stato meglio per lo spagnolo cucinare una bella bistecca con l'osso, accompagnata da un paio di birre fresche.

Malgrado il momento "di merda", Toni vinse una gara su due. L'altra affermazione chi se la aggiudicò? Cameron Beaubier, attuale primo rivale del portacolori Suzuki. La super ufficiale Yamaha R1 M del californiano potrebbe essere favorita nella configurazione corta e tortuosa del Motosport Campus, e lo stile di guida del numero 1 potrebbe garantire risultati della madonna.

Herrin non starà con le mani in mano. Il compagno di Toni (inteso come collega nella stessa squadra,  perché Josh certo non è il fidanzato di Elias) ed il numero 24 sono arrivati ai ferri corti ad Elkhart Lake, si sono mandati a quel paese - se non più lontano ed in basso - spartendosi vittorie ed uscite nell'erba. 

Sarà ancora un weekend acceso, perché JD Beach e Garrett Gerloff hanno fame di podi, Mathew Scholtz idem, Jake Gagne vuole portare in alto la BMW: Molto attesa pure la Ducati di Kyle Wyman, per molti appassionati la moto più bella di tutto lo schieramento. Effettivamente, nella sua originale livrea rosso - bianco - nera la Panigale V4 R numero 33 si fa ben notare. Ed inizia ad andare forte. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti