Tu sei qui

MotoGP, Vinales soffia la pole a Dovizioso a Misano

Marquez cade e si deve accontentare del terzo crono, in seconda fila Crutchlow, Lorenzo e Zarco, 7° Pedrosa, 8° Petrucci,  11° Pirro

MotoGP: Vinales soffia la pole a Dovizioso a Misano

Tra i due litiganti il terzo gode, proprio così! Tutti si aspettavano un testa a testa tra Andrea Dovizioso e Marc Marquez nelle qualifiche di Misano, invece ci ha pensato Maverick Vinales a prendersi tutti i riflettori della scena, conquistando la pole del sabato pomeriggio. Un giro perfetto quello dello spagnolo, che ha bloccato il cronometro sul tempo di 1’32”439: “Ero consapevole di poter ottenere questo risultato – ha svelato – con la dura ho dimostrato di essere costante. Dovevo solo guidare come sapevo, nulla di più”.

E pensare che Dovizioso (+0.162) già assaporava già la pole, invece nei minuti conclusivi le sue ambizioni sono andate in fumo. All’ultimo tentativo disponibile ha tentato il colpaccio, ma non c’è stato nulla da fare: “E’ stata una giornata strana, tra alti e bassi – ha esordito il numero 4 – in ottica gara siamo messi bene. Tra l’altro sono riuscito ad essere competitivo con le gomme. Non ci resta che attendere la giornata di domani”.  

Rimane il fatto che questa sia la miglior prestazione di sempre a Misano del forlivese. Pomeriggio agrodolce invece per Marc Marquez (+0.197). Il cinque volte iridato è subito partito forte, siglando il crono di 1’32”636, che gli ha consentito di centrare la vetta. Poi, nel momento in cui Dovizioso ha migliorato la sua prestazione, il 93 è  finito incredibilmente, concludendo anzitempo la sessione: “Stavo andando abbastanza bene, tra l’altro nella prima uscita riuscivo a essere veloce – ha ricordato l’alfiere Honda – ho provato a ottenere la pole con la media, purtroppo ho toccato la riga bianca e sono finito a terra. Sono comunque soddisfatto per il passo gara”. È andata sicuramente peggio a Dani Pedrosa (+0.553), che non riesce ad andare oltre il settimo crono con mezzo secondo dalla vetta.

Ad aprire la seconda fila ci pensa invece Cal Crutchlow (+0.329), braccato a soli 24 millesimi dalla Ducati di Jorge Lorenzo, che soffre tremendamente nell’ultimo settore della pista, dove lascia per strada decimi pesanti. Alle spalle della GP17 la M1 del team Tech3 di Johann Zarco (+0.446).

Per quanto riguarda le altre Ducati, da registrare l’ottavo crono di Danilo Petrucci (+0.558), seguito dall’Aprilia di Aleix Espargarò, mentre col decimo tempo Bautista comanda il terzetto formato da Pirro e Abraham. Lo spagnolo e il ceco del team Aspar sono riusciti ad accedere alla Q2 dopo aver passato la Q1. Nella prima qualifica il più veloce è stato però Jonas Folger, ma il tempo del tedesco è stato cancellato per aver oltrepassato i limiti consentiti del circuito. Niente da fare per Iannone, addirittura undicesimo in Q1.  

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti