Tu sei qui

MotoGP, Bezzecchi amareggiato: "In corsa ho sofferto molto"

Il pilota della VR46 Racing ha patito sia le condizioni fisiche non ancora perfette, sia una moto poco efficace in ingresso curva

MotoGP: Bezzecchi amareggiato: "In corsa ho sofferto molto"

Share


Quinto al termine della gara lunga eccezionalmente spostata al sabato, Marco Bezzecchi è apparso piuttosto deluso per le sensazioni provate sul circuito di Phillip Island sia per quanto riguarda la fatica fisica, sia per la moto.

"Sono un po' stanco - ha confidato - Mi aspettavo di soffrire, ma non così tanto. Mi manca la forza, il braccio destro e la spalla mi fanno male, in più la mia Ducati non è al top. Domani avrò solo cinque piloti davanti in partenza? Non mi cambia nulla. Ci tenevo a fare di più", ha proseguito frustrato per un risultato non in linea con le aspettative.

Come spiegato ai media presenti, le criticità hanno riguardato principalmente l'ingresso in curva. "Dovendo entrare piano, ho stressato molto la gomma anteriore - ha considerato - In questa maniera sono stato costretto subito gestire e ciò mi ha portato ad arrivare sul finale con le coperture ancora buone, soprattutto quella posteriore. Ero addirittura più veloce dei primi, ma non è servito a nulla, in più ho faticato fisicamente".

Allo stesso modo del collega di marca Bastianini, il feeling è migliorato quando gli pneumatici sono calati. "E' strano, ma è andata così, in particolare per quello dietro", ha confermato.

Infine, sulla sua volontà di tornare a pochi giorni dall'infortunio, il romagnolo ha fatto spallucce. "Partendo per l'Indonesia sapvo che sarebbe stato un tour de force - ha riconsciuto - Personalmente non volevo fare l'eroe, solo non mi andava di stare fermo e non perdere tempo. Il dolore non mi interessa. Ho uno staff che mi sta seguendo da vicino", ha concluso.

Articoli che potrebbero interessarti