Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: "Il quarto posto? Trovarmi molto indietro mi ha aiutato"

"Vedere gli altri cadere mi ha fatto essere più attento. Le chiazze di umidità? Un difetto del circuito. Domani dovrò cercare di essere più aggressivo in partenza perché di base siamo veloci a dispetto della scarsa fiducia nella moto"

MotoGP: Morbidelli:

Scattato dalla piazzola otto e giunto quinto (poi quarto per la penalizzazione a Quartararo) nella Sprint Race Franco Morbidelli ha archiviato il sabato di Jerez de La Frontera con il sorriso nonostante non tutto sia filato liscio.

"In partenza sono stato molto cauto e ho subito tre sorpassi belli aggressivi alla 2, alla 5 e alla 6, per cui ho perso un sacco di posizioni al primo giro. Domani cercherò di essere un po' più reattivo, soprattutto al via per evitare situazioni analoghe", ha riconosciuto a caldo.

Tra i pochi a non farsi ingannare dalle chiazze di umido, il pilota romano ha commentato: "Sono stato bravo a non sbagliare, o forse la chiave è stata trovarmi molto indietro. Vedere gli altri scivolare mi ha portato a prestare attenzione ai punti più insidiosi della pista, che oggi erano tanti.  Sono finiti in terra anche molti piloti nel retrogruppo? Effettivamente. Anche per questo è un risultato che accolgo con molto piacere. La cosa positiva è lo spunto che riusciamo ad avere, nonostante la scarsa esperienza con la moto e la scarsa fiducia in sella. Quindi prendiamo il buono che è arrivato".

Dopo aver confermato di utilizzare l'assetto di Bagnaia il 29enne è tornato a parlare delle anomale condizioni del tracciato: "Le tracce di bagnato non si vedevano, alcune sono venute fuori dopo, ad esempio quelle alla curva 9 e 5. Credo sia un difetto dell'Angel Nieto. Partendo mezz'ora dopo sarebbe cambiato qualcosa? No, perché forse a causa di falde aumentano".

Complessivamente l'italiano è in fase di miglioramento. Ha finalmente trovato il modo di interpretare la Ducati?

"No, ancora non posso dire di avere la moto in mano, però la velocità che ho ciò nonostante, è incoraggiante. Domani? Cercheremo di avere uno start più efficiace e confermare il passo di venerdì, incrementando la confidenza con il mezzo", ha concluso il pilota Pramac.

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy