Tu sei qui

SBK, Il British Superbike va avanti: a Snetterton nel nome della Regina Elisabetta

In controtendenza rispetto alla Premier League di calcio, il British Superbike ha deciso di non fermarsi per la scomparsa della Regina Elisabetta II. Oggi le prime prove libere a Snetterton con Bradley Ray al comando

SBK: Il British Superbike va avanti: a Snetterton nel nome della Regina Elisabetta

Share


Il Regno Unito è in lutto e in questo momento si stanno vivendo ore di grande fermento. Nella giornata del discorso come nuovo Re d’Inghilterra di Carlo III, non si sono fatte attendere le prime decisioni da parte del mondo dello sport inglese: la Premier League e le leghe minori di calcio si fermano, il British Superbike invece va avanti. Questa la scelta presa di comune accordo tra il promoter MSVR (MotorSport Vision Racing) e il MCRCB (Motorcycle Circuit Racing Control Board) in seguito alla dolorosa scomparsa della Regina Elisabetta II. Al termine di numerose consultazioni con le autorità, questo week-end il BSB affronterà regolarmente l’ottavo nonché ultimo round della Regular Season sul tracciato di Snetterton 300, decisivo per determinare i restanti quattro piloti ammessi di diritto allo Showdown.

Le norme che regolano il lutto nazionale

Le norme che regolano il lutto nazionale non impongono che lo sport si fermi. Tuttavia, fin da questa mattina si sono svolte delle discussioni tra Governo e federazioni per decidere come agire in merito alle competizioni in programma sul suolo britannico. Questo dice la National Mourning Guidance: "In segno di rispetto, le organizzazioni potrebbero voler prendere in considerazione l'annullamento, il rinvio di eventi o la chiusura luoghi il giorno dei funerali di Stato. Non hanno alcun obbligo di farlo e questo è interamente alla discrezionalità delle singole organizzazioni. Se fossero previsti incontri o eventi sportivi per il giorno del funerale di stato, le organizzazioni potrebbero voler adeguarsi agli orari degli eventi in modo che non siano in contrasto con quelli del servizio funebre e delle relative processioni. In segno di rispetto e in armonia con il tono del lutto nazionale, gli organizzatori potrebbero voler tenere a periodo di silenzio e/o suonare l'inno nazionale all'inizio di eventi o partite sportive e i giocatori potrebbe desiderare di indossare il lutto al braccio".

Il BSB non si ferma

Proprio per questo motivo, lo stesso promoter MSVR si è trovato a dover discutere in corso d’opera sul da farsi. Nonostante molte incertezze e un iniziale cambiamento apportato al programma di gara, il week-end del British Superbike a Snetterton 300 andrà regolarmente in scena. La Regina Elisabetta II verrà comunque onorata: ogni giorno verranno implementate delle procedure speciali di commemorazione e osservati due minuti di silenzio pochi istanti prima la partenza di Gara 1 e 2, con il podio che non vedrà il consueto cerimoniale. MSVR ha inoltre raccomandato a piloti e squadre di correre listati a lutto.

I verdetti del venerdì

Bradley Ray in azione sulla Yamaha R1 di Rich Energy OMG Racing

Quest’oggi a Snetterton sono andate in scena le prime due sessioni di prove libere. Se nella FP1 su pista bagnata Christian Iddon (Buildbase Suzuki) è stato il più veloce, al pomeriggio sull’asciutto si è imposto nettamente il capo-classifica di campionato Bradley Ray (Rich Energy OMG Racing), in grado di rifilare 1 secondo a Tarran Mackenzie e Danny Buchan. Finalmente nelle zone nobili della classifica Tom Sykes su Ducati, sesto, mentre Jason O’Halloran non ha potuto prendere parte alla FP2 per un problema tecnico e domani dovrà pertanto passare dalla tagliola del Q1.

COMBINATA LIBERE 1+2:

Articoli che potrebbero interessarti