Tu sei qui

MotoGP, A. Espargarò: "Aprilia ha il mio stesso carattere, siamo passionali"

VIDEO - Aleix pronto al 2022: "Io e Maverick abbiamo le stesse idee sullo sviluppo della moto, aspetto di provare la RS-GP 2022. Aprilia mi ha promesso una MotoGP in regalo dopo Silverstone"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Aleix Espargarò è reduce da una stagione esemplare in sella all'Aprilia RS-GP nel 2021. Tutti gli sforzi profusi nelle ultime stagioni hanno finalmente dato i loro frutti, perché Aleix è stato molto spesso in lotta per la top five in gara, conquistando uno storico podio a Silverstone che rappresenta la ciliegina sulla torta di una stagione più che positiva. 

Ma tutti questi traguardi raggiunti non bastano allo spagnolo, che vuole sempre di più dai tecnici di Noale per poter lottare stabilmente per il podio, mostrando spesso un attaccamento alla maglia a tratti romantico. Ad EICMA l'abbiamo intervistato parlando della stagione appena conclusa, dei test di Jerez e soprattutto del futuro, che passa anche attraverso l'arrivo di Maverick Vinales in squadra. 

Siamo ad EICMA e sei in sella alla nuova Tuareg. Vuoi fare come Danilo Petrucci e andare a fare la Dakar?
"No! Non vado forte come Danilo in Enduro, ma abbiamo questa nuova moto che è veramente bella e secondo me ad Andorra, dove c’è tanto Off Road può essere divertente. Tra l'altro deve arrivarmi la MotoGP perché dopo il podio di Silverstone, Aprilia mi ha detto che me l’avrebbe regalata e se arriva lanche a Tuareg per Natale, è perfetto". 

Tu sei uno dei pochi che parla senza filtri, a volte sembri quasi focoso nelle interviste. Qualche volta questo aspetto caratteriale è stato un problema?
"
Certe volte servirebbe restare più tranquilli, evitare troppi alti e bassi anche di umore. Ma io metto tutto me stesso nelle cose che faccio, vivo le cose al massimo e per quanto sia vero che fare il pilota è anche un lavoro, io non lo vivo affatto così. E’ una passione e la vivo così. Solo che quando sei un pilota del mondiale dovresti restare sempre tranquillo anche perché noi stiamo facendo tanto sviluppo, solo che a volte le cose non vanno come vorresti. Però in realtà questo mio carattere mi ha portato fino a qui, quindi va bene così". 

Sei animato da una passione enorme, un po' come i tifosi di Aprilia. 
"
A Valencia è stato bellissimo vedere la pista piena di tifosi, correre senza gli appassionati sugli spalti fa schifo. Noi corriamo per loro e l’Aprilia è una marca che rispecchia molto il mio carattere, è molto passionale. Sentire questa cosa è bellissimo e per me gli Aprilia All Stars sono stati tra i giorni più belli della mia vita. Poter guidare tutte le moto della storia di questo marchio è stato impressionante, l’anno prossimo poi ci saranno i tifosi e sarà ancora più bello. Mi capita quasi tutti i giorni di leggere i messaggi dei tifosi sui social, che mi ringraziano perché cerco di tenere alto l’onore di Aprilia in tutti i modi. Questa è una cosa che mi fa felice e mi fa percepire quanto sia importante Aprilia per i tifosi di tutto il mondo". 

Il bilancio del 2021 è positivo? Cosa ti aspetti adesso?
"
Sono contento per come è andata la stagione, il podio è stato spettacolare ma il passo in avanti che abbiamo fatto e il lottare sempre con i migliori mi ha fatto felice. Ovviamente Silverstone è stata una soddisfazione impressionante. Per il 2022 chiedo ad Aprilia di fare un ulteriore passo in avanti anche se ora è più complicato perché siamo vicini ai migliori, quindi andare avanti è sempre più difficile". 

Come sta andando adesso con Maverick, date indicazioni simili per lo sviluppo?
"Sono contenti perché con Maverick e Lorenzo siamo allineati. Tutto quello che proviamo nei test ci lascia le stesse sensazioni, quindi chiediamo tutti le stesse cose ad Aprilia. Questo è positivo perché aiuta molto nello sviluppo. Sono curioso di vedere la RS-GP 2022 a Sepang, spero che la sua caratteristica sia di girare un po’ meglio e che riesca a mettere sul piatto qualche cavallo in più, perché la potenza nella MotoGP moderna è sempre più importante. Vediamo cosa riusciranno a fare gli ingegneri questo inverno".

Articoli che potrebbero interessarti