Tu sei qui

MotoGP, Vinales: "Ho chiesto ad Aprilia una soluzione per la partenza"

"Rispetto agli avversari siamo deboli, per cui non riesco a recuperare posizioni. In generale dobbiamo migliorare specialmente sul bagnato. I test? Lavorerò sui freni in ottica Le Mans e Montmelo dove l'obiettivo è attaccare"

MotoGP: Vinales:

Certo quello di Jerez non è stato il weekend magico di Austin, ma perlomeno Maverick Vinales ha chiuso la parentesi spagnola con un nono posto dopo il rammarico per la caduta di ieri nella Sprint.

"Abbiamo cominciato bene il fine settimana, ma ancora ci manca completezza in tutte le condizioni. In particolare fatichiamo sul bagnato. Gli avversari si sono dimostrati più incisivi in qualifica e non sono stato in grado nemmeo di conquistare la seconda fila. In casi del genere quando poi vai in gara le gomme soffrono di più e scivolano. Ciò nonostante sono stato in grado di tenere un ritmo da podio. Dobbiamo prenderla come una lezione e soprattutto trovare una soluzione per rafforzarci in partenza, perché così si riesce solo a mantenere la posizione, ma non a sovravanzare qualcuno o ad attaccare. Proprio per questo motivo ho chiesto espressamente ad Aprilia di fornirci qualcosa extra. Per il resto se fossi partito più avanti avrei girato sull1'37" anziché sull'1'38". Nel complesso quello che ho compreso è che dobbiamo essere più preparati perché a Le Mans potrebbe ripresentarsi una situazione analoga".

L'iberico è quindi entrato nello specifico della tematica tecnica. "Abbiamo una moto A e una B. Normalmente preferisco la A che, in questo frangente era simile a quella usata in Texas, ma dopo l'incidente ho dovuto optare per la B. Diciamo che assomigliandosi non ho avuto difficoltà. Ripeto, ad oggi la partenza è il nostro punto debole. Dall'anno scorso siamo cresciuti, ma se faccio il confronto con altri costruttori, noto un deficit".

Guardando alla sessione di test di lunedì il 29enne ha rivelato: "Vorrei focalizzarmi sui freni, altra area in cui manchiamo un po' sin dal primo appuntamento stagionale. Quando freno forte il posteriore scivola subito, dunque l'obiettivo è trovare maggiore aderenza, in modo da fermare prima la moto. Direi che non c'è molto altro da rivedere. In generale domani voglio chiudere il turno con qualcosa di concreto da applicare in Francia e poi al Montmelo per fare meglio. La mentalità è di andare su entrambi i tracciati e attaccare. Il Gran Premio di oggi deve servirci da base, perché sono convinto che sull'asciutto saremmo partiti dalla prima fila", ha chiosato con determinazione.

 

 

 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy