Tu sei qui

MotoGP, Vinales: "Ho chiuso il mio profilo perché Twitter è troppo serio"

"Ora punto su Instagram e Tik Tok, ho del potenziale li. Se è vero che voglio lasciare la MotoGP? La gente inventa storie di questo tipo ed è un problema"

MotoGP: Vinales: "Ho chiuso il mio profilo perché Twitter è troppo serio"

Share


Maverick Vinales arriva a Jerez in una condizione non certo ottimale, sia dal punto di vista della classifica che, forse, anche sotto l’aspetto psicologico viste le polemiche di Portimao con la conseguente cancellazione del suo profilo Twitter.

“Io non usavo troppo Twitter e allora ho deciso di cancellarmi da quella piattaforma – ha detto Maverick – Sono più attivo su Instagram e Tik Tok, e Twitter è forse un po’ troppo serio, si utilizza per notizie o cose così e non è il meglio per me. Su Instagram e Tik Tok ho più potenziale e tutta questa storia sinceramente non mi tocca molto”. 

Dopo la gara di Portimao si era parlato proprio su Twitter di uno scontro con Dorna e di un tuo possibile ritiro dalla MotoGP per via dei giri cancellati in qualifica. Hai già risposto prima di cancellare il tuo account ma, c’è un fondo di verità in tutto questo?
“Il problema è che la gente si inventa le cose e questa è totalmente inventata. Certe cose le persone non possono saperle”. 

Parlando di moto, come approcci il fine settimana di Jerez, sei terzo in classifica a 20 punti dal tuo compagno Quartararo che è in testa al mondiale. È il weekend giusto per recuperare punti?
“Mi piace molto questa pista e quando è finita la gara di Portimao ero già concentrato su questo fine settimana e credo che questa sia la pista giusta per recuperare il mio potenziale. Lo scorso anno sono andato abbastanza forte ed ero rimasto con i migliori per buona parte delle due gare. Nella prima avevo distrutto la gomma anteriore ma prima che succedesse andava tutto bene. Nel secondo weekend, invece, ero andato lungo provando a superare Quartararo e avevo permesso a Valentino di passarmi, poi lì è stato complesso perché Rossi è un pilota difficile da affrontare e ho perso tempo”. 

Il brutto weekend di Portimao ha lasciato qualche scoria?
“So di essere su un buon livello e al momento sono davvero ottimista. Portimao è stato un peccato con quei due giri cancellati in qualifica, mi sono spinto troppo verso limiti della pista e questa settimana cercherò di rimanere sempre all’interno del tracciato”.

Qual è l’obiettivo primario per questo weekend?
“L’obiettivo fare la pole position o almeno qualificarmi in prima fila e poi vedremo. La gara è molto lunga e sappiamo che molti piloti possono andare forte, io so quello che posso fare e la motivazione è molto alta all’interno del team”. 

Articoli che potrebbero interessarti