Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia e Miller: in Qatar è la notte prima degli esami con la Ducati

Sulla pista amica di Dovizioso, Pecco e Jack non hanno ancora vinto una sola gara con la Rossa in MotoGP, ma questa è la loro grande occasione per scrivere davvero una nuova pagina di storia

MotoGP: Bagnaia e Miller: in Qatar è la notte prima degli esami con la Ducati

Share


Chissà cosa passerà nella loro teste, quando sabato sera, dopo aver lasciato il circuito, raggiungeranno il proprio hotel e si recheranno nelle rispettive camere a riposare. Già, perché quel 27 marzo sarà a tutti gli effetti una sorte di notte prima degli esami. Una di quelle notti dove la mente è una centrifuga di emozioni, pensieri, attesa, dubbi e interrogativi.

Da una parte Jack Miller, dall’altra Francesco Bagnaia: destini che si uniscono nel deserto del Qatar, dove nel weekend scatterà la stagione 2021 della MotoGP. Così lontani Jack e Pecco per i loro modi di fare e di essere, ma al tempo stesso così vicini, con un obiettivo comune, chiamato vittoria.  

Quella sensazione che l’australiano ha assaporato nel 2016, quando portò la Honda sul gradino più alto del podio nel nubifragio di Assen, ma che ancora manca con i colori Ducati. Eppure in questi anni ci è andato vicino in diverse occasioni, senza riuscire però a fare centro tra beffe, cadute ed errori. Lo stesso discorso che accompagna il suo compagno di squadra, le cui speranze sono svanite in quel motore andato in fumo a Jerez e poi gettate nella ghiaia lo scorso settembre sul tracciato di Misano. Inutile però guardare al passato e avere rimpianti, perché il futuro è ora.

Nell’anno del cambiamento, Ducati ha infatti deciso di puntare sulle nuove leve e per la coppia Bagnaia-Miler Losail rappresenta la grande occasione per spiccare finalmente il volo. Già, perché questa volta l’occasione è davvero ghiotta e i test disputati due settimane fa sono la conferma di quello che è il potenziale della coppia Rossa, in sella a una Ducati che sembra davvero aver messo le ali nel deserto del Qatar. A dare ulteriore credito ai due sono le parole di Michele Pirro, che quindici giorni fa li ha seguiti da vicino in pista, tanto da affermare in maniera sibillina: “Mi aspetto più di una Ducati vincente”.   

Losail diventa quindi la gara del “si deve fare”, anche perché l’avversario più temuto, ovvero Marc Marquez, non sarà della partita. Proprio questo pomeriggio, l'otto volte campione del mondo ha fatto sapere tramite un comunicato diramato dalla HRC che non sarà presente ai primi due round. Se mettiamo quindi in conto l'assenza del 93, alla quale si aggiunge una concorrenza non certo irresistibile, puntare sul Rosso pare sia la scelta vincente.

Detto ciò, in Qatar scatta una nuova stagione del Motomondiale e per Ducati questa è davvero la grande occasione per scrivere una nuova pagina di storia, dando definitivamente uno strappo al passato e a quello spauracchio di Andrea Dovizioso che continua a incombere. Inutile infatti nascondersi e cercare giri di parole. Il confronto col forlivese c’è e ci sarà, ancora di più il prossimo fine settimana, su una pista dove DesmoDovi ha vinto le ultime due edizioni, portandosi dietro un peso che ancora resta vivo,

Per Jack e Pecco è quindi tempo di esami per valutare la loro maturità e iniziare una nuova era rossa. Mai come ora, il futuro Ducati è nelle loro mani.  

Articoli che potrebbero interessarti