Tu sei qui

MotoGP, Qatar Test - Bagnaia batte Martin, Espargarò in scia delle Ducati sull'Aprilia

Pecco ha fatto segnare il miglior tempo nella prima giornata, 4° Binder con la KTM. Di Giannantonio chiude al 5° posto, Bastianini all'8°. In ritardo Marc Marquez (16°) e Marini (18°)

MotoGP: Qatar Test - Bagnaia batte Martin, Espargarò in scia delle Ducati sull'Aprilia

I test in Qatar sono iniziati come erano finiti quelli in Malesia: con Bagnaia e Martin davanti a tutti. I due piloti che si sono giocati il titolo lo scorso anno stanno continuando il loro testa a testa anche in questo inizio 2024. Ad averla vinta, anche oggi, è stato il campione del mondo. Pecco ha fatto segnare il miglior tempo in 1’52”054, meno di 3 decimi distante da record della pista (1’51”762) che appartiene a Luca Marini. Jorge ha fatto segnare il 2° tempo, ma ha pagato più di 2 decimi dal compagno di marca.

Dietro le due Ducati, ci sono un’Aprilia e una KTM. Aleix Espargarò ha messo la RS-GP al 3° posto e Brad Binder la RC16 al 3°, contenendo entrambi il gap da Bagnaia sotto i 3 decimi. Fabio Di Giannantonio (vincitore dell’ultimo GP del Qatar) ha invece chiuso al 5° posto (con un ritardo superiore ai 4 decimi e mezzo), tenendosi alle spalle un Maverick Vinales molto veloce nella prima parte della giornata.

Alex Marquez è 7° e ha preceduto Enea Bastianini: con loro sono 5 le Ducati nei primi 8. Johann Zarco è invece la prima Honda, il francese ha ottenuto il 9° tempo sul finale (0”592 il ritardo), scavalcando per 5 millesimi Fabio Quartararo, il migliore interprete della Yamaha (Alex Rins è solo 19°). Marco Bezzecchi, invece, non sembra riuscire ancora a trovare la giusta fiducia sulla GP23, è scivolato a inizio giornata e ha chiuso 11°.

Confortante il 12° tempo di Raul Fernandez che appena due settimane aveva riportato piccole fratture all’anca a Sepang. Lo spagnolo di Trackhouse ha preceduto Mir, Miller e Pedro Acosta. Solo 16° Marc Marquez (sono più di 9 i decimi di ritardo da Bagnaia) che deve ancora capire come sfruttare la Ducati sul giro secco. Dietro allo spagnolo ci sono Nakagami e Marini.

18.58 - Quarto tempo per Brad Binder: dopo essere stato in vantaggio su Bagnaia per i primi 3 settori della pista, il sudafricano ha perso tutto nell'ultimo.

18.55 - Jack Miller ha fatto un lungo alla curva 6 quando stava migliorando il suo tempo.

18.53 - Johann Zarco migliore dei piloti Honda con il 9° tempo.

18.51 - Quartararo si migliora e si mette al 10° posto davanti a Bezzecchi.

18.44 - Quinto tempo per Binder, 7° per Alex Marquez.

18.41 - Joan Mir mette la Honda al 9° posto.

18.30 - Mezz'ora alla fine della prima giornata di test.

18.28 - Terzo tempo per Aleix Espargarò a 0"292 da Bagnaia.

18.24 - Marco Bezzecchi segna il 7° tempo.

18.02 - Jorge Martin si avvicina a Bagnaia: 2° tempo a 0"220 da Pecco.

18.00 - La classifica a un'ora dalla fine della prima giornata di test.

17.55 - Marc Marquez entra in Top 10 con il 9° tempo.

17.53 - Terzo tempo per Aleix Espargarò che mette l'Aprilia in mezzo alle Ducati.

17.51 - Di Giannantonio 2°, ma Bagnaia resta lontano 0"427.

17.42 - Bastianini si mette al 2° posto, ma paga più di mezzo secondo dal compagno di squadra.

17.40 - Pecco Bagnaia davanti a tutti con il tempo di 1'52"040, è a meno di 3 decimi dal record dalla pista e ha rifilato 7 decimi a Vinales. Quartararo sale al 9° posto.

17.35 - Le velocità massime registrate oggi. Cinque moto diverse nei primi 5 posti: la prima è un'Aprilia seguita da Honda, GasGas, Yamaha (che conferma i suoi progressi in tal senso) e infine Ducati. Una GP23 però, perché le Desmosedici 2024 sono ben più arretrate in classifica.

17.30 - I tempi a un'ora e mezza dal termine.

17.26 - Acosta scalza Bagnaia dalla quinta posizione con tempo di 1'52"938. 

17.13 - Di Giannantonio spezza il triumvirato Aprilia inserendosi in terza posizione, con un ritardo di 60 millesimi da Fernandez e 72 da Vinales.

17.07 - Nel frattempo Brad Binder è rientrato ai box dopo aver completato 33 giri con la KTM n° 33.

17.03 - Dopo aver a lungo condotto le operazioni, Vinales si riporta al comando della classifica con il tempo di 1'52"754. Ci sono tre Aprilia davanti a tutti in questo momento!

17.01 - Espargarò sale in seconda posizione a 93 millesimi da Raul Fernandez.

17.00 - I tempi a due ore dalla fine:

16.58 - Bagnaia porta la Ducati in seconda posizione.

16.56 - Jorge Martin sale in quarta posizione a poco più di tre decimi dalla vetta. Da segnalare nel frattempo una caduta per Alex Marquez in curva 14, senza conseguenze per il pilota.

16.49 - Brad Binder porta la KTM in vetta, ma Raul Fernandez non ci sta e scalza dalla prima posizione il sudafricano con il tempo di 1'52"814. Il portacolori del team Trackhouse è il primo pilota a scendere quest'oggi sotto al muro dell'1'53.

16.47 - Raul Fernandez sale al 2° posto a 67 millesimi da Espargarò.

16.40 - Nel frattempo, Mir è ritornato in pista dopo un rapido rifornimento di carburante. Al momento il maiorchino occupa la nona posizione ed è il migliore degli alfieri Honda.

16.35 - Dura poco la doppietta Aprilia in vetta alla classifica dei tempi: Di Giannatonio si inserisce in 2ª posizione, con 176 millesimi di ritardo dal riferimento di Espargarò e 12 millesimi di vantaggio su Vinales.

16.30 - Ecco la classifica a 2 ore e mezza dalla fine di questa prima giornata di test:

16.28 - Si porta al comando Aleix Espargaro, fissando il nuovo riferimento di giornata in 1'53"181. Si migliorano nel frattempo anche Di Giannantonio e Bastianini, salendo rispettivamente al quarto e quinto posto.

16.25 - Quartararo entra in Top 10, prendendosi la nona posizione tra Augusto Fernandez e Marco Bezzecchi.

16.19 - Martin si inserisce in 3ª posizione, a 247 millesimi da Bagnaia, seguito a ruota da Mir, che paga 50 millesimi di ritardo dal madrileno del team Pramac.

16.18 - Bagnaia balza in 2ª posizione a soli 96 millesimi da Vinales.

16.08 - Fa progressi anche Aleix Espargarò, quinto a sette decimi dal suo compagno di squadra.

16.04 - Maverick si migliora e porta a 1'53"276 il riferimento di giornata.

16.03 - Scala posizioni Brad Binder, salendo al secondo posto a 223 millesimi da Vinales.

16.00 - I tempi a 3 ore dalla fine.

15.56 - Fabio Di Giannantonio si porta in 2ª posizione a 80 millesimi da Vinales.

15.50 - Terzo tempo per Bastianini.

15.47 - Secondo tempo per Marc Marquez a 0"126 da Vinales.

15.43 - Bagnaia sale al 2° posto, Aleix Espargarò al 4°.

15.34 - Bezzecchi segna il 2° tempo a 0"376 da Vinales.

15.32 - Bezzecchi si mette al 4° posto davanti a Bagnaia.

15.30 - La classifica a metà giornata. Vinales l'unico a essere sceso sotto il 1'54", Martin al 3° posto.

15.25 - Johann Zarco sfoggia la nuova livrea Castrol sulla Honda del team LCR.

15.20 - Bastianini al 2° posto, dietro a Vinales e davanti a Bagnaia e Quartararo.

15.10 - Pecco Bagnaia si toglie dall'ultima posizione e balza in 2ª. Raul Fernandez è 7° e ha già completato 14 giri.

15.08 - Problema tecnico per Aleix Espargarò all'uscita dei box: la sua Aprilia si è spenta.

15.04 - Luca Marini in azione con la nuova tuta e moto ancora nera, come Mir.

15.00 - Alex Marquez sale in 2ª posizione.

14.48 - Maverick Vinales alza l'asticella: 1'54"067 il nuovo migliore riferimento di giornata.

14.40 - Joan Mir sfreccia con la Honda sul rettilineo di Losail.

14.35 - Raul Fernandez è sceso in pista per verificare le condizioni della sua gamba infortunata a Sepang.

14.34 - Pedro Acosta 2° in 1'54"914.

14.30 - Marc Marquez sale al 3° posto.

14.15 - Caduta per Marco Bezzecchi alla curva 14.

14.00 - Maverick Vinales è il primo pilota a scendere sotto il 1'55".

13.40 - La pista inizia ad affollarsi, i tempi rimangono alti. Anche Luca Marini, Fabio Di Giannantonio e Alex Marquez hanno lasciato i box.

13.11 - Brad Binder esce dal box.

13.00 - Nella prima ora sono scesi in pista Pirro, Acosta e Augusto Fernandez. Il miglior riferimento è di Pedro in 1'58"141, lontanissimo dal record della pista di Marini: 1'51"762. Bisognerà attendere ancora prima di vedere maggiore azione perché tutti i piloti stanno aspettando condizioni più simili a quelle che troveranno durante il GP.

12.10 - Michele Pirro (che sostituisce Morbidelli sulla Ducati del team Pramac) è il primo pilota a scendere in pista, seguito da Pecco Bagnaia.

12.00 - Bandiera verde. Iniziano i test.

11.35 - Davide Brivio è al box di Trackhouse di cui riveste il ruolo di Team Principal.

11.20 - Pecco Bagnaia ed Enea Bastianini avevano fatto segnare a Sepang rispettivamente il 1° e il 3° tempo. Ecco i loro obiettivi per i test in Qatar.

Bagnaia: “Manca davvero poco ormai all’inizio del Campionato e queste ultime due giornate saranno quindi molto importanti. A Sepang siamo riusciti a fare un ottimo lavoro, ma ancora non abbiamo raggiunto il 100%. Direi che però ci siamo andati molto vicini e che lo sviluppo sia ad un buon 80%. Qui in Qatar l’obiettivo sarà riconfermare le sensazioni avute in Malesia e poi iniziare a lavorare in vista del weekend di gara. Ci aspettano due giornate molto intense, ma sono fiducioso che anche questo test darà riscontri positivi”.

Bastianini: “Il test in Malesia è andato bene ed è stato molto importante. Abbiamo trovato bel tempo e siamo riusciti a completare il programma previsto per i tre giorni. Ora avremo altre due giornate di test in Qatar e saranno altrettanto fondamentali. Il programma sarà più o meno lo stesso di Sepang: essendo una pista diversa e avendo condizioni differenti, riproveremo gli stessi elementi per raccogliere nuovi dati da confrontare e capire bene come si comporta la moto. Inoltre, sarà importante iniziare a lavorare anche in vista del primo GP che correremo qui a Lusail tra poche settimane”.

11.05 - Ricordiamo che non prenderà parte nemmeno a questi test Franco Morbidelli, perché i dottori gli hanno consigliato di non risalire in moto per qualche settimana dopo il brutto incidente di cui era stato protagonista a Portimao, allenandosi sulla Ducati Panigale V4. È in Qatar, invece, Raul Fernandez, costretto a interrompere dopo pochi giri i test a Sepang per una brutta caduta in cui aveva riportato delle piccole fratture all'anca.

"Prima di tutto, dovrò capire come mi sento sulla moto. Di solito i tempi di recupero per questo tipo di infortunio sono più lunghi di due settimane. Vorrei ringraziare Jaime, Nacho e tutto il gruppo Quiron perché hanno lavorato davvero molto duramente per me, cercando di darmi tutto il necessario per essere qui. Devo vedere come si sente la mia gamba e se potrò fare qualche giro. Se è possibile, è importante fare giri di qualità, raccogliere informazioni, provare cose diverse, che è il nostro obiettivo principale per questo test" ha spiegato lo spagnolo del team Trackhouse.

11.00 - Ieri Aprilia ha scelto la cornice del circuito di Losail per presentare le nuove livree per il 2024. Qui sotto una foto del team al completo.

Inizierà alle 12 (ora italiana) per terminare alle 19 la prima delle due giornate di test MotoGP in programma in Qatar, sulla pista di Losail da cui partirà il campionato a inizio marzo. Per i piloti e le squadre sarà l'ultima occasione per sistemare le nuove moto e contemporaneamente per prepararsi al primo GP dell'anno. 


Articoli che potrebbero interessarti