SBK, Randy Krummenacher: il BSB lo aspetta per il 2021 con Triumph

Il team PTR di Buckmaster sarebbe intenzionato a schierarlo al via del Campionato SS600 d'oltremanica con la 765 in attesa dell’eventuale salto nel Mondiale

Share


Cosa farà Randy Krummenacher nel 2021? È senza dubbio uno dei temi che accompagno il lungo inverno delle derivate. Per lui il 2020 non è certo un anno da ricordare. L’avventura con MV Agusta si è infatti conclusa nel peggiore dei modi. Già, perché dopo la caduta al debutto a Phillip Island, ecco consumarsi in seguito lo strappo definitivo con Quadranti, a tal punto che la vicenda è addirittura arrivata nelle aule di tribunale.

Nonostante lo stop dalle corse, Krummenacher è comunque tornato in pista gli scorsi mesi, in sella alla Panigale 955 V2 del team Barni con cui ha fatto un test a Misano. Purtroppo però l’ingresso della Rossa nel Mondiale SuperSport è sfumato, dal momento che nel 2021 il regolamento della 600 rimarrà invariato.

Così Randy ha iniziato a guardarsi attorno. Nelle ultime settimane si sono rincorse diverse voci come Ten Kate, ma anche il team di Giugliano che correrà nel Mondiale SuperSport. Secondo quanto raccolto però dai nostri colleghi di Speedweek, lo svizzero dovrebbe ripartire dal British SuperSport con la gloriosa squadra di Simon Buckmaster.

Il team PTR, che in passato aveva corso nel World SuperSport con la Honda, sarà infatti al via del Campionato con la Triumph 765, la quale verrà affidata probabilmente a Krummenacher. L’elvetico potrebbe quindi sfruttare il 2021 per affilare le armi con la nuova moto nel Campionato d'Oltremanica in attesa di un eventuale ritorno nel Mondiale SuperSport in ottica 2022 con l’introduzione del nuovo regolamento.  

Articoli che potrebbero interessarti