Tu sei qui

MotoGP, Dall’Igna: con la GP18 più luci che ombre rispetto al 2017

L’ingegnere di Borgo Panigale: siamo più competitivi in confronto alla scorsa stagione. Lorenzo? Avrà tempo per mettersi a posto

MotoGP: Dall’Igna: con la GP18 più luci che ombre rispetto al 2017

Nel weekend scatterà il Motomondiale e Gigi Dall’Igna ne ha approfittato per concedere un’intervista in esclusiva ai colleghi di Sky Sport. Ai microfoni di Paolo Lorenzi, il direttore generale Ducati Corse ha tracciato un bilancio della preseason e allo stesso tempo svelato le aspettative per il 2018, soffermandosi su Dovizioso e Lorenzo.

L’ingegnere è convinto del potenziale della GP18, soprattutto rispetto al 2017: “Siamo messi meglio in confronto alla scorsa stagione – ha svelato - alla fine dei test invernali di un anno fa c’erano più ombre che luci e non avevamo brillato molto”. Adesso la situazione sembra l’opposto: “Siamo tranquilli e fiduciosi ma restiamo con i piedi per terra – ha sottolineato - i test sono andati bene, ma in gara spesso cambia tutto”.

Uno dei nodi delle precedenti annate era rappresentato dalle difficoltà della moto nel centro curva: “I nostri piloti dicono che è migliorata anche sotto quest’aspetto – ha svelato - ma resta del lavoro da fare e nella prima parte del campionato porteremo altre novità. In realtà i problemi non si risolvano mai del tutto perché inevitabilmente ne spuntano fuori di nuovi – ha aggiunto – per quanto fatto dalla squadra parlerei però di evoluzione e non di una vera e propria rivoluzione”.

Il lungo inverno ha messo in luce un Dovizioso in grande forma, mentre Lorenzo sembra ancora essere alla ricerca della giusta fiducia: “Le prestazioni di Jorge  dipendono da un mix di fattori – ha precisato Dall’Igna - nell’ultimo test in Qatar c’è stato un miglioramento. Avrà comunque ancora del tempo per mettersi a posto”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti