Tu sei qui

MotoGP, Aprilia si presenta, Colaninno: "Il nostro futuro è magico"

Romano Albesiano: "Questa è la squadra più forte che Aprilia abbia mai avuto, con la RS-GP possiamo arrivare ovunque"

MotoGP: Aprilia si presenta, Colaninno: "Il nostro futuro è magico"

A poco più di una settimana dal via della stagione, anche Aprilia ha tolto il velo alla nuova moto. Non manca la fiducia a Noale nei confronti della nuova RS-GP, che sfoggia ancora una volta la livrea tricolore, proprio come nel 2017. A fare gli onori di casa non poteva che essere Roberto Colaninno, affiancato dalla giornalista Vera Spadini: “In questo lavoro ci vuole fantasia e fiducia – ha detto il presidente del Gruppo Piaggio – negli ultimi anni abbiamo fatto tanto, così tanto che pensiamo sia complicato aggiungere di più per il futuro”.

L’amministratore delegato fa poi il punto della situazione: “In questi giorni in azienda abbiamo parlato di nuove tecnologie, che portano il nome di intelligenza artificiale –ha svelato - ovvero robot che si aprono a una generazione di umanoidi. In Piaggio ci sono mille persone che sono coinvolte nel lavoro e concentrano i propri sforzi verso il futuro – ha aggiunto – e proprio il futuro credo sia qualcosa di magico”.

Sul palco sale poi Albesiano: “Romano sta facendo qualcosa di fantastico – ha sottolineato Colaninno - ovvero creare una squadra capace di tradurre ciò che noi speriamo di raggiungere. Qualunque risultato arrivi va bene, dato che lui ci mette il massimo – ha concluso l’.a.d. -  ovviamente non mi aspetto di arrivare ultimo, ma nemmeno primo (sorride)”.

Il responsabile del progetto MotoGP è pronto per la nuova sfida, riallacciandosi al discorso del presidente: “Non è vero che ogni risultato andrà bene – ha esordito - siamo reduci da una 2017 positivo, in cui il mio compito è quello di fare l’allenatore. C’è sempre un po’ di pressione, ma questa ci stimola e allo stesso tempo ci tiene viva”.

L’ingegnere entra poi nel merito dell’ultima evoluzione di Noale: “Questa è una moto che esprime  l'italianità – ha sottolineato - è una derivazione della 2017, anche se noi abbiamo cambiato tutto, tipo carena, telaio, forcella e motore. La RS-GP quindi è un consolidamento della precedente – ha aggiunto – inoltre abbiamo voluto riproporre le forme telaio della RSV4 sulla MotoGP”. L’obiettivo?  “Avvicinarsi ai primi e lottare stabilmente per la top ten e in qualche occasione anche per top five. Se la fiducia aumenta possiamo arrivare ovunque”.

Insomma, c’è grande attesa da parte di Albesiano: “Nei test abbiamo provato sola la versione 2018, sono fiducioso, perché siamo più competitivi rispetto allo scorso anno – ha concluso - questa è la squadra più forte che Aprilia abbia mai avuto!.

A Noale le speranze sono tutte riposte in Aleix Espargarò: “Sono carico – ha esordito lo spagnolo - il 2017 è stata la mia prima stagione e siamo riusciti a disputare anche delle belle gare. Quest’anno la moto mi piace molto di più – ha aggiunto - inoltre il gap tra i piloti è diminuito e mi aspetto una grande bagarre”.

Al suo fianco lo ascolta la new entry Scott Redding: : “Durante l’inverno ho perso 5kg – ha svelato il britannico - appena arrivato in Aprilia mi sentivo come un bimbo che entrava in un negozio di giocattoli. Ho tante energie, inoltre la moto si è rivelata costante e non vedo l’ora di confermarmi in Qatar”.

L’ultimo a prendere la parole è poi Fausto Gresini: “A questo gruppo dico solo di dare il massimo in MotoGP – ha commentato - ovviamente non è facile, però a noi tocca far rendere la RS-GP al meglio.  Honda, Yamaha e Ducati sono le favorite, ma Aprilia ha compiuto un grande passo avanti”.   

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti