Tu sei qui

MotoGP, Petrucci: con la GP18 sono veloce senza fare cambiamenti

Danilo: "Domani sceglierò la carena da omologare",  Miller: "Qualche vibrazione di troppo, ma ho fiducia e riesco ad essere consistente"

MotoGP: Petrucci: con la GP18 sono veloce senza fare cambiamenti

Nella mente di Danilo Petrucci c’è soltanto la GP18 e a Losail il pilota di Terni ha proseguito il proprio apprendistato in sella alla nuova moto. Al termine della prima giornata di prove, l’alfiere Pramac occupa l’ottava posizione, staccato di soli 96 millesimi dalla Yamaha di Valentino Rossi, che condivide lo stesso crono al millesimo con Alex Rins.

“Sono riuscito a essere veloce fin dall’inizio senza troppe modifiche – ha detto Petrucci – sono quindi entusiasta per il comportamento della moto, perché sia a Buriram che Sepang ho dimostrato di essere competitivo senza apportare cambiamenti sostanziali”.

 La mente del pilota di Terni è già orientata al venerdì.

“Domani capirò quale carena omologare – ha svelato – oggi ho utilizzato quella senza ali e in seguito mi concentrerò sull’assetto della moto. Poi sabato svolgerò la simulazione gara”.

Resta invece fuori dalla top ten a sorpresa Jack Miller, chiamato a fare i conti con un gap dalla vetta che supera il mezzo secondo. L’australiano è comunque sereno, perché già da domani si aspetta di compiere un passo avanti.

“Le sensazioni sono positive – ha esordito il portacolori Pramac – ho lavorato meno del previsto con la moto, complice anche il meteo. Le condizioni odierne erano infatti peggiori rispetto a ieri, dato che quest’oggi c’era molto vento”.

Non manca però il sorriso sul volto di Jack, nonostante qualche problema derivate dalle gomme.

Ho lavorato con la soft, dato che con la media faticavo a farla scaldare – ha ricordato -  sono comunque riuscito ad essere consistente, trovando la giusta fiducia con la GP17”.

Miller ha le idee ben chiare riguardo quale sia il lavoro da svolgere per sabato.

Avverto qualche vibrazione di troppo, tipo alla curva sei e dieci, domani cercheremo quindi di risolvere il problema”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti