Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: “Il mio compagno di box? Non mi importa, non sono io a decidere”

“Io vado per la mia strada, ma penso sarà il pilota più meritevole ad avere il posto per il 2025. Liberty Media? Ha portato la F1 al suo picco più alto e sarà una grande opportunità per la MotoGP”

MotoGP: Bagnaia: “Il mio compagno di box? Non mi importa, non sono io a decidere”

Andrà in cerca di riscatto Francesco Bagnaia in questo fine settimana sul Circuito delle Americhe. Pronto a voltare pagina dopo l’incidente con Marc Marquez, che ha messo fine al Gran Premio di entrambi in Portogallo, il due volte iridato tenterà di recuperare punti importanti sul tracciato texano. Pista dove si era dimostrato competitivo già lo scorso anno, quando aveva conquistato la vittoria nella Sprint Race prima di cadere nella gara lunga, mentre si trovava in testa alla corsa.

“Quello di Austin è un tracciato che mi piace. L’anno scorso ero molto competitivo e mi sentivo benissimo. Ho commesso un errore in gara e sono caduto, ma penso che lavorando bene potremo tornare ad essere competitivi - ha commentato Pecco durante la consueta conferenza stampa del giovedì - È una pista diversa da Portimao, ma vedremo cosa riusciremo a fare e se potremo migliorare il feeling avuto in Portogallo, che mi ha portato ad avere dei problemi in gara”.

Il piemontese è concentrato su se stesso e sul proprio lavoro e non vuole cominciare a pensare adesso a chi tra Enea Bastianini, Jorge Martin e Marc Marquez lo affiancherà nel team ufficiale Ducati nel 2025.

Chi mi piacerebbe avere come compagno di squadra? Io vado per la mia strada, non mi importa - ha ammesso - Saranno altri a decidere, in ogni caso direi quello che si meriterà di più di la sella”. 

Alla luce di quanto fatto da Liberty Media per la crescita della Formula 1 negli Stati Uniti, Bagnaia ha espresso il suo parere su ciò che potrebbe fare la società americana per lo sviluppo della MotoGP.

“È molto difficile dire cosa si potrebbe migliorare, perché la MotoGP è già un ottimo show, però deve diventare più popolare - ha osservato - Una grande differenza con la F1 risiede nel fatto che lì corrono le auto e i produttori di auto sono più grandi rispetto a quelli di moto. Tuttavia, credo che Liberty Media abbia delle ottime idee per migliorare la nostra situazione e sono sicuro che cresceremo, perché sanno cosa fare e hanno portato la F1 al picco più alto che abbiamo mai visto. Credo sarà una grande opportunità per la MotoGP”.

Trovandosi in Texas per il terzo appuntamento della stagione, il 27enne ha poi aggiunto una constatazione su Kevin Schwantz, uno dei grandi idoli di casa dei fan della MotoGP.

“Non ho avuto l’opportunità di vederlo correre dal vivo, ma per ciò che ho visto era molto esplosivo e riusciva a fare grandi cose, come il famoso sorpasso ad Hockenheim su Wayne Rainey - ha ricordato Pecco - Non sono cose da tutti e non ha avuto una carriera tranquilla per via dei tanti infortuni che ha avuto, ma è stato certamente uno dei piloti più spettacolari che si siano mai visti”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy