Tu sei qui

MotoGP, A Misano il primo match point: Quartararo sarà campione domenica se...

Con 52 punti di vantaggio su Bagnaia, Fabio ha molte possibilità di portarsi a casa il titolo. Acosta, in Moto3, può solo vincere e sperare in una giornata no per Foggia

MotoGP: A Misano il primo match point: Quartararo sarà campione domenica se...

Share


Misano si avvicina e il Gran Premio italiano sarà la prima occasione per Fabio Quartararo di laurearsi campione del mondo in MotoGP. Con 52 punti di vantaggio su Bagnaia, il francese, per mettere il titolo in bacheca già domenica sera dovrà o arrivare davanti a Pecco in gara o non perdere più di 2 punti da lui, essendo il piemontese della Ducati l’unico altro pilota in corso per il titolo.

Fabio non avrà sicuramente vita facile sulla pista romagnola in cui, un mese fa, Bagnaia ebbe la meglio su di lui. Fu un vero e proprio testa a testa, con Pecco che andò in fuga e Quartararo che lo riprese nell’ultima parte di gara, dovendosi poi accontentare del 2° posto per meno di 4 decimi sul traguardo. Si tratterà quindi di una sfida molto equilibrata, in cui, non è detto, non si inseriscano altri protagonisti, che potrebbero essere capaci di togliere punti all’uno o all’altro.

Come detto, il francese della Yamaha ha molteplici combinazioni per laurearsi campione e le trovate tutte riassunte nella tabella qui sotto.

Quello di Quartararo, però, non sarà l’unico matchpoint. Anche Pedro Acosta ha una possibilità di prendersi il titolo della Moto3 già a Misano, ma per lo spagnolo le cose sono più difficili. In classifica, infatti, precde di 30 punti Dennis Foggia, tanti ma con ancora 3 gare alla fine del campionato tutto è aperto. Inoltre anche Sergio Garcia, a 50 punti dal connazionale, non è ancora escluso dai giochi.

Perché Acosta possa indossare la corona domenica (cosa che farebbe di lui il più giovane campione del mondo di sempre) deve assolutamente vincere e Foggia non andare oltre al 12° posto. Questa l’unica combinazione vincente per Pedro.

Per quanto riguarda la Moto2, invece, dopo l’errore di Gardner ad Austin e la vittoria di Fernandez, bisognerà aspettare. Remy è ancora in testa al campionato, ma con soli 9 punti di vantaggio su Raul la matematica lascia tutto aperto.

Articoli che potrebbero interessarti