Tu sei qui

Rivoluzione in SBK, Redding-Ducati è divorzio: torna Alvaro Bautista

Lo spagnolo pronto a risalire sulla Ducati dopo i due anni trascorsi in Honda e affiancherà Michael Rinaldi in sella alla Panigale V4 nella prossima stagione

SBK: Rivoluzione in SBK, Redding-Ducati è divorzio: torna Alvaro Bautista

Share


Stamani vi avevamo parlato del pressing da parte di Ducati nei confronti di Alvaro Bautista. Un profilo che intrigava non poco Gigi Dall’Igna, tanto da lavorare al suo ritorno. Secondo quanto abbiamo appreso nell’ultima ora, il ritorno di Alvaro Bautista in Ducati si sta concretizzando.

La scorsa settimana Simone Battistella, il suo manager, era in Austria. 

Il manager e Gigi dall'Igna potrebbero aver messo a punto gli ultimi dettagli per il ritorno di Alvaro in sella alla V4. Una moto che lo spagnolo conosce bene, a tal punto da aver centrato ben 11 vittorie consecutive al debutto nella stagione 2019. Per risalirci peró Alvaro ha dovuto dare una sforbiciata alle sue pretese economiche.

Dopo i due anni con Honda, il numero 19 tornerebbe quindi a vestire il colore rosso, raccogliendo il testimone lasciato da Scott Redding, il quale vede la propria avventura con Aruba giungere al capolinea. Lo scorso anno il britannico si era laureato vicecampione del mondo, mentre ora è terzo nella classifica iridata.

A quanto pare Scott ha pagato i risultati altalenanti di questa seconda stagione, fondamentali però per non consentirgli di proseguire l’avventura in Ducati. Chi è praticamente certo del posto è invece Michael Rinaldi, il quale vestirà i panni di ufficiale la prossima stagione al fianco di Alvaro. A quanto pare l'attuale alfiere Honda è riuscito ad avere la meglio nei confronti di Danilo Petrucci, un profilo che la Casa di Borgo Panigale aveva valutato.

Con l'arrivo di Bautista, Redding dovrà guardare ora altrove. Per lui potrebbe esserci spazio in BMW nella prossima stagione.   

Articoli che potrebbero interessarti