Tu sei qui

SBK, Gigi Dall’Igna vuole riportare Alvaro Bautista in Ducati

Sono ore decisive a Borgo Panigale! A quanto pare Gigi ama i ritorni di fiamma e dopo averci provato con Lorenzo due anni fa in MotoGP, questa volta sogna di riprendersi Alvaro con una mossa che comporta dei rischi

SBK: Gigi Dall’Igna vuole riportare Alvaro Bautista in Ducati

Share


Il Mondiale non l’ha ancora vinto, né in MotoGP, tantomeno in Superbike, ma di sicuro ha avuto il merito di rilanciare quelle che erano le ambizioni della Casa di Borgo Panigale nei due Campionati. Stiamo parlando di Gigi Dall’Igna, responsabile del progetto MotoGP e al tempo stesso padre della Panigale V4, ovvero l’ultima evoluzione portata in pista dalla squadra tricolore per conquistare il successo nelle derivate.

Dall’Igna è senza dubbio un ingegnere di riferimento nel paddock, tanto che i colpi di genio e le sue novità sono ancora oggi un modello da inseguire per le altre Case. Al tempo stesso lo si può considerare un sentimentalista, ovvero uno che ama i piloti e a quanto pare anche i ritorni di fiamma. Due anni fa, quando Jorge Lorenzo era infortunato e infelice in Honda, tentò di corteggiarlo per riportarlo in Ducati. Purtroppo però la trattativa naufragò sul nascere, dal momento che il 99 proseguì la stagione con HRC fino a Valencia per poi decidere di ritirarsi al Ricardo Torm.

Due anni dopo, l’ingegnere veneto sta cercando un colpo molto simile. Non in MotoGP, ma in Superbike. A quanto pare le prestazioni di Scott Redding non l’hanno del tutto convinto, di conseguenza è intenzionato a optare per un cambiamento all’interno del team Aruba, rappresentato da Stefano Cecconi. Più che un cambiamento, verrebbe da dire un ritorno al passato. Già, perché Dall’Igna e Ducati si sono confrontati per riprendere in Rosso Alvaro Bautista, ovvero colui che vinse undici gare di fila al debutto con la V4 nella stagione 2019.

L’avventura con Honda non è andata nel verso giusto per Bau Bau e allora ecco la possibilità di ripartire da una struttura che lo spagnolo conosce bene, tanto che Dall’Igna è intenzionato come non mai a riprenderselo. Secondo l’ingegnere, Alvaro è infatti il pilota giusto per la Panigale, perché conosce la moto, ma soprattutto ha le dimensioni giuste per guidare la V4.

A Borgo Panigale sono quindi ore decisive con Bau Bau che sembra essere la valida alternativa per il 2022 a Scott Redding, il cui destino pare lontano da Bologna a meno di clamorosi colpi di scena dell’ultima ora. Tra i nomi in agenda c’è anche quello di Danilo Petrucci, il quale gode di una grande stima da Aruba, così come da alcuni uomini in Ducati. Al momento però la linea che prende piede è quella sostenuta da Dall’Igna, ovvero provare a riprendere Bautista.  

Una mossa che comporta comunque dei rischi, dal momento che qualora Alvaro dovesse tornare, nel 2022  dovrà puntare dritto al titolo, senza che vi siano seconde chance. Bautista sarà quindi obbligato a vincere e Gigi avrà una responsabilità non da poco in merito alla scelta.  

Articoli che potrebbero interessarti