Tu sei qui

MotoGP, Dall'Igna tenta Zarco: ancora aperta la porta Avintia Ducati

Johann avrebbe una GP19 ma anche le garanzie tecniche del Direttore Generale di Borgo Panigale. L'alternativa è la Moto2 con Marc VDS

MotoGP: Dall'Igna tenta Zarco: ancora aperta la porta Avintia Ducati

Il paddock di Valencia è insolitamente affollato per essere il lunedì dopo il Gran Premio, il giorno che precede l’inizio dei test. Solitamente ci si trova solamente qualche meccanico intento a preparare le moto, invece c’è una folla di giornalisti in attesa dell’annuncio dell’arrivo di Alex Marquez al fianco del fratello Marc nel team ufficiale Honda. E anche qualche pilota.

Uno soprattutto, Johann Zarco, che sta cercando ancora un posto per il prossimo anno. Il primo obiettivo era la MotoGP e il francese ha sponsor importanti alle spalle, compreso Claude Michy, promoter del GP di Le Mans. Con le porte della Honda chiuse, però, non sono rimaste molte opzioni.

Nei giorni scorsi si era battuta la pista Ducati, puntando al team Pramac. L’ipotesi (ai limiti dell’assurdo) sarebbe stata promuovere Miller nella squadra ufficiale, parcheggiare Petrucci in Avintia e mettere Zarco al fianco di Bagnaia. Da Borgo Panigale è arrivato un ‘no’ secco.

A questo punto, non rimane per Johann che andare in Avintia. Un’offerta che però il pilota transalpino aveva rifiutato sdegnosamente:io voglio una buona moto, ma anche una squadra di primo livello e Avintia non lo è”. Poi aveva rincarato la dose: “andare in Avintia sarebbe come tornare in KTM”.

La notte, però, porta consiglio e anche la disperazione aiuta. Così questa mattina Zarco si è affacciato all’ufficio di Gigi Dall’Igna e i due hanno chiacchierato per un’oretta buona.

Johann non ha tutti i torti quando pensa che Avintia non sia al livello tecnico di Pramac (che gode di un appoggio speciale da parte di Borgo Panigale) e logicamente di quello ufficiale, ma se il Direttore Generale si espone in prima persona e offre delle garanzie, allora bisogna stare ad ascoltare.

Sicuramente non ci sarà una Desmosedici GP20 per Zarco, Ducati ne deve fare già 4 ed è impossibile aumentare l’impegno in questo senso, ma una GP19 e magari qualche tecnico italiano in dote. A fargli posto dovrebbe essere Abraham.

Johann quindi ha un’ultima possibilità di restare in MotoGP, altrimenti dovrebbe ritornare in Moto2, sulla moto del team Marc VDS lasciata libera da Alex Marquez. Non c’è dubbio che il destino abbia il senso dell’umorismo.

Zarco è indeciso, ma dovrà chiarirsi le idee in fretta. A volte, piuttosto di niente è meglio piuttosto.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti