Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: “Ad oggi mi è mancata la lotta con Rossi e Marquez”

L’alfiere del team SIC Petronas: “Quando sono in sella alla Yamaha devo cercare di essere più calmo e paziente”

MotoGP: Quartararo: “Ad oggi mi è mancata la lotta con Rossi e Marquez”

È la rivelazione di questa stagione della MotoGP. Di chi stiamo parlando? Semplice, di Fabio Quartararo, autore di un doppio podio tra Barcellona e Assen. Le prestazioni del francese non sono sfuggite agli occhi degli appassionati, ma soprattutto a quelli dei colleghi in pista, a cui è bastato poco tempo per capire il potenziale del transalpino.

Adesso che il Motomondiale osserva tre settimane di stop, l’alfiere SIC Petronas si racconta al proprio team.

“Devo dire che questa prima parte di stagione è stata molto positiva per me, dato che sono cresciuto e ho imparato velocemente. La cosa dove penso di aver fatto dei passi avanti importante è senza dubbio la qualifica. Sul giro secco mi sento competitivo ed è incredibile, dato che questa è una situazione diversa rispetto alla Moto2. Cerco di seguire i migliori, consapevole che devo migliorare in diverse aree”.

Su cosa dovrai concentrarti in vista della seconda parte di Campionato?

Di sicuro dovrò cercare di essere più calmo in sella alla moto, trovando allo stesso tempo la giusta pazienza quando corro. Dovrò inoltre capire meglio la gestione delle gomme in ottica gara, dato che ad oggi non riuscito a essere competitivo come vorrei. Infine mi piacerebbe trovarmi a lottare con un gran gruppo di piloti, visto che in questa prima parte non ne ho avuta l’occasione”.

Quali sono le sensazioni all’interno del gruppo?

“Molto positive direi. Credo che ci sia una gran bella armonia e credo che questo sia un aspetto determinante per arrivare a raggiungere importanti risultati”.

Qual è stata la tua più grande sorpresa in questo 2019?

“Direi Assen, quando mi sono ritrovato da solo a comandare la gara. In quel momento mi ha fatto specie il fatto che non ci fosse nessuno davanti a me, dato che non ero abituato. Peccato non essere ancora riuscito a duellare con Rossi e Marquez, spero arrivi prima o poi l’occasione”.

Qual è invece la gara migliore?

Direi ancora Assen. È stato un qualcosa di unico lottare con due piloti come Marquez e Vinales, nonostante non fossi al top della forma per via del braccio. Avvertivo del dolore, però ho stretto i denti portando a casa un podio importantissimo”

Tra i prossimi appuntamenti in calendario, qual è quello che più di tutti ti stuzzica?

“Sepang! Sarà la gara di casa per il nostro team, di conseguenza non vedo l’ora di essere in Malesia e disputare un buon fine settimana, cercando ovviamente di essere forte”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti