Tu sei qui

SBK, Laverty, che spavento! Investito come Simoncelli

L'alfiere Milwaukee travolto nel corso del quinto giro dalla MV Agusta di Torres, ma fortunatamente se la cava con una lieve frattura

SBK: Laverty, che spavento! Investito come Simoncelli

La domenica di Buriram ha esalto le qualità di Chaz Davies, finalmente sul gradino più alto del podio in Thailandia. Non sono mancati però gli attimi di paura, dal momento che nel corso del quinto giro Eugene Laverty è stato travolto dalla MV Agusta di Jordi Torres. Non ci sono immagini video a riguardo, soltanto testimonianze riportate dai colleghi di Speedweek.

Secondo quanto si legge dal sito tedesco, lo spagnolo non ha potuto fare nulla per evitare il pilota Aprilia: “Alla curva sei ho visto Eugene scivolare via – ha detto lo spagnolo – purtroppo, anziché andare all’esterno, la sua moto è rientrata e mi sono trovato Laverty in piena traiettoria. Non ho potuto fare nulla per evitarlo, dato che c’erano poi centimetri tra me e lui”. Una dinamica che ricorda quanto accaduto a Sepang a Marco Simoncelli come riportato dal portale Speedweek.

Inizialmente l’alfiere Milwaukee è rimasto immobile a terra, senza nemmeno sentire sensibilità alle gambe. Trasportato d’urgenza  al centro medico, gli esami hanno scongiurato il peggio, tanto il pilota è riuscito a ritrovare la mobilità articolare. Il personale medico ha quindi deciso trasportare Eugene all’ospedale di Buriram, al fine di sottoporsi a ulteriori accertamenti dove è stata evidenziata una piccola frattura al bacino, su cui però non fa leva il peso del corpo. Di conseguenza non è necessario che Laverty si sottoponga a intervento chirurgico.

Al momento restano ancora da capire i tempi di recupero, dal momento che il prossimo round delle derivate è in programma tra meno di venti giorni ad Aragon. La pista può comunque attendere, perché oggi si è davvero rischiato il peggio.  

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti