Tu sei qui

Porsche 718 Spyder RS MY2023: il motore centrale alla sua massima espressione

A trent'anni dalla presentazione della concept car della Boxster, Porsche presenta la versione più potente della popolare roadster a motore centrale: la nuova Porsche 718 Spyder RS. Da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi

Porsche 718 Spyder RS MY2023: il motore centrale alla sua massima espressione
Iscriviti al nostro canale YouTube

Porsche arricchisce la gamma di modelli 718 a motore centrale con una vettura sportiva concepita per il massimo piacere di guida: la nuova 718 Spyder RS, omologa decappottabile della 718 Cayman GT4 RS. Il sei cilindri boxer ad aspirazione naturale da 368 kW (500 CV) della 911 GT3 viene montato per la prima volta su una sportiva con tetto apribile a motore centrale. La stessa unità leggera e potente alimenta anche la Porsche 911 GT3 Cup da competizione. La capote manuale estremamente leggera e dalla linea purista della 718 Spyder RS rende ancora più emozionante il rombo estremamente suggestivo del motore. L'effetto è ulteriormente esaltato dall'impianto di scarico sportivo in acciaio inox leggero fornito di serie e dalle caratteristiche prese dell'aria posizionate lateralmente, dietro i poggiatesta.



Potente motore ad aspirazione naturale e struttura ultra-leggera

Il powertrain della nuova 718 Spyder RS è identico a quello della 718 Cayman GT4 RS coupé. Il motore boxer a sei cilindri con cilindrata di 4,0 litri raggiunge i 9.000 giri/minuto e sviluppa una potenza di 368 kW (500 CV) e una coppia massima di 450 Newton metri. Abbinato a una trasmissione PDK a sette rapporti corti, il sei cilindri accelera la roadster a due posti da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi. L'auto raggiunge i 200 km/h in soli 10,9 secondi. Rispetto alla 718 Spyder senza l'estensione "RS", il nuovo modello di punta della gamma non solo beneficia di 59 kW (80 CV) aggiuntivi, ma riesce anche ad accelerare a 100 km/h con mezzo secondo di anticipo. La velocità massima è ora di 308 km/h invece che di 300 km/h. Come ogni modello RS recente, la nuova 718 Spyder RS è disponibile esclusivamente con il cambio a doppia frizione Porsche (PDK), velocissimo nel passaggio da una marcia all'altra e in grado di assicurare massime prestazioni. Le levette di selezione consentono al guidatore di tenere le mani sul volante anche durante il cambio manuale delle marce. In alternativa, il conducente può utilizzare la leva selettrice ergonomica posta sulla console centrale. Oltre alla maggiore potenza del motore, anche il peso ridotto del nuovo modello contribuisce a migliorare le prestazioni: con i suoi 1.410 kg, la Spyder RS pesa 40 kg in meno della 718 Spyder con PDK ed è addirittura di 5 kg più leggera della 718 Cayman GT4 RS con tetto fisso. La Spyder RS esprime il massimo livello della gamma di modelli inaugurata nel 2016.

Aerodinamica equilibrata

Il frontale della nuova Porsche 718 Spyder RS è quasi identico a quello della 718 Cayman GT4 RS. Il cofano anteriore di serie è realizzato in CFRP e presenta una grande bocchetta di uscita dell'aria sopra il paraurti. I due condotti NACA migliorano il raffreddamento dei freni senza influire negativamente sul valore di Cx. La deportanza è incrementata dai sideblade alle estremità esterne del paraurti. Il bordo dello spoiler anteriore è leggermente più corto rispetto a quello della 718 Cayman GT4 RS; questa caratteristica, abbinata all'ampio alettone posteriore, determina una maggiore deportanza complessiva sulla Cayman e richiede quindi un profilo dello spoiler di dimensioni maggiori per garantire l'equilibrio aerodinamico. Al posto dell'ala, la 718 Spyder RS sfoggia un vistoso spoiler a "becco d'anatra". Tutti i componenti aerodinamici sono strettamente correlati tra loro: mantengono l'equilibrio aerodinamico della vettura e ne garantiscono la massima stabilità durante la guida alle alte velocità.



Una capote dal design purista

La nuova 718 Spyder RS è dotata di una leggera capote monostrato ad azionamento manuale. Si tratta di una struttura straordinariamente compatta, composta da due parti: una vela parasole e un deflettore per la pioggia. Entrambi sono completamente rimovibili e possono essere riposti insieme o singolarmente nel veicolo. La sola vela parasole può essere utilizzata anche come "Bimini top", proteggendo così il conducente e il passeggero anteriore dai raggi solari intensi. In questo caso, il vano passeggeri rimane sostanzialmente aperto lateralmente e nella zona retrostante i passeggeri. Se utilizzato insieme al deflettore per la pioggia, si ottiene una capote completa che protegge efficacemente dalla pioggia quando i finestrini laterali sono alzati. L'intero tetto, comprese le parti meccaniche, pesa solo 18,3 kg, vale a dire 7,6 kg in meno rispetto alla 718 Spyder e 16,5 kg in meno rispetto alla 718 Boxster. Se si desidera ridurre il peso del veicolo di altri otto chilogrammi, si può lasciare a casa la capote, se il meteo lo consente.

Il telaio della 718 Spyder RS utilizza componenti della 718 Cayman GT4 RS e della 718 Spyder ed è progettato per garantire il massimo piacere di guida sulle strade tortuose. È dotato di serie del sistema Porsche di regolazione elettronica degli ammortizzatori (PASM) con taratura sportiva ed è stato ribassato di 30 millimetri. Inoltre, dispone del sistema Porsche Torque Vectoring (PTV) con differenziale meccanico a slittamento limitato, cuscinetti delle sospensioni con snodo sferico e cerchi in alluminio forgiato da 20 pollici. Il comportamento del telaio è caratterizzato da un'estrema precisione di sterzata e da una maneggevolezza fluida ed estremamente neutra. L'altezza da terra, la campanatura, la carreggiata e la barra stabilizzatrice possono essere regolate individualmente. Rispetto alla 718 Cayman GT4 RS, il carico delle molle e degli ammortizzatori è stato ridotto per consentire un assetto più morbido e adatto a una cabriolet.



Interni focalizzati sulle prestazioni

Anche all'interno dell'auto si respira un'atmosfera sportiva: l'abitacolo è ridotto all'essenziale in termini di funzionalità ed ergonomia. Il volante sportivo RS è rivestito in materiale Race-Tex e presenta una marcatura a ore 12 di colore giallo. I sedili avvolgenti di serie sono realizzati in CFRP leggerissimo con finitura a trama di carbonio e offrono un ottimo sostegno laterale. I rivestimenti dei sedili sono in pelle nera, mentre la parte centrale in Race-Tex forato è caratterizzata da un colore a contrasto su sfondo nero. I colori a contrasto sono il Grigio Artico o il Rosso Carminio. Sui poggiatesta è ricamato il logo "Spyder RS" nel colore corrispondente. Il cruscotto e i profili sono rivestiti in pelle. I colori disponibili per gli esterni comprendono quattro tonalità pastello e tre metallizzate, tra cui il nuovo Grigio Vanadio Metallizzato e i colori speciali Grigio Artico, Blu Shark e Ruby Star Neo.

Per la Spyder RS è disponibile come optional anche il pacchetto Weissach. I cerchi in magnesio forgiato eccezionalmente leggeri, disponibili su richiesta, possono essere ordinati in abbinamento a questo pacchetto di equipaggiamenti incentrato sulle prestazioni. I terminali dell'impianto di scarico sportivo sono in titanio. Il look è ispirato alla 935 in edizione limitata del 2018. All'interno della vettura spicca la parte superiore della plancia rivestita in Race-Tex antiriflesso. In esclusiva per chi acquista la Porsche 718 Spyder RS è disponibile un cronografo Porsche Design Timepieces lavorato artigianalmente; si tratta di un orologio di alta qualità prodotto dal laboratorio di orologeria interno di Porsche con sede a Solothurn, in Svizzera. Pensato per richiamare le caratteristiche della vettura, presenta una cassa particolarmente leggera in titanio, un quadrante in carbonio e un cinturino realizzato con pelle dei rivestimenti dell'auto. Il rotore sul retro riprende il design del cerchione della 718 Spyder RS. E' disponibile in Italia a partire da 162.338 euro e sarà presentata in anteprima al pubblico nel mese di giugno, in occasione dei festeggiamenti per i 75 anni delle auto sportive Porsche che si svolgeranno a Stoccarda-Zuffenhausen. Successivamente, sarà presente al Festival della Velocità di Goodwood, in Inghilterra.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy