Tu sei qui

SBK, Rea: "sono frustrato, ho bussato alla MotoGP, ma non hanno mai aperto"

"Mi sento ancora come se fossi nel momento migliore". Al nordirlandese rimane un po’ di rammarico per non essere mai stato cercato dalla MotoGP, dove sono approdati campioni come Troy Bayliss, Colin Edwards e Ben Spies

SBK: Rea: "sono frustrato, ho bussato alla MotoGP, ma non hanno mai aperto"

Share


Johnny Rea non perde occasione di dire di essere felice in Superbike, e non potrebbe essere altrimenti con 6 titoli mondiali e 201 podi in carriera.
Pur tuttavia al nordirlandese rimane un po’ di rammarico per non essere mai stato cercato dalla MotoGP, dove invece approdarono campioni come Troy Bayliss, Colin Edwards e Ben Spies. Con alterne fortune, a dir la verità.

"Sul mio futuro, non ho idea. Tutto quello che so è che ho un'opportunità incredibile nuovamente con KRT per il 2022, ma prima di questo, non lo so - ha detto Rea a Crash - Mi sento ancora come se fossi nel momento migliore; su nuove sfide come la MotoGP, non so. Sono un po' frustrato per questo ad essere onesti, perché se si guarda il mio curriculum, un sei volte campione del mondo, ho bussato alla porta dei team di MotoGP ma la porta non si è aperta mai. Non sono sicuro del perché, ma sono così felice qui e sono felice di quello che ho raggiunto".

Le possibilità di Rea di andare in MotoGP non sono comunque completamente chiuse. Johnny è stato collegato alla Petronas Yamaha per il 2022, dato che non uno ma due posti saranno vacanti visto che dopo il ritiro di Valentino Rossi è arrivata da Lin Jarvis la conferma che Franco Morbidelli si trasferirà nel team ufficiale. Il pleipotenziario della Yamaha pensa però anche a Gerloff, nonostante sia già stato riconfermato in SBK.

 

Articoli che potrebbero interessarti