Tu sei qui

Mivv per Ducati Panigale V4, V2 e Streetfighter V4: "voce" e prestazioni al top

Sistemi completi uso pista ed un sofisticato terminale “slip on”, omologabile Euro4/5 per il quale il produttore ha progettato anche la valvola EXUP

Moto - News: Mivv per Ducati Panigale V4, V2 e Streetfighter V4: "voce" e prestazioni al top

Share


Mivv, noto produttore di scarichi, ha realizzato una linea completa che coinvolge le Ducati Panigale V4 (QUI la nostra prova) e V2 (QUI la nostra prova) e la Streetfighter V4 (QUI la nostra prova). Concentriamoci sulle prime, per le quali sono previsti impianti completi uso pista e un sofisticato “slip on” omologabile Euro4/5. Disponibilità sul mercato da metà aprile.

Ducati Panigale V4

Il costruttore di marmitte italiano, presenta due scarichi completi racing con condotti in titanio (che permettono un buon risparmio di peso): Il primo con doppia uscita sottocoda, il secondo a singola uscita bassa laterale. Si tratta d’impianti non omologati per uso stradale ma rispettosi della normativa legata ai limiti di rumore prevista per l’uso in pista. Per entrambe le configurazioni Mivv ha scelto il terminale MK3 con corpo centrale in fibra di carbonio lucido; si tratta di uno scarico frutto dell’esperienza maturata dal marchio nei Campionati mondiali Moto3 e Moto2; è molto compatto e caratterizzato dalla presenza di una griglia protettiva sul fondello di uscita.

Le due soluzioni di Mivv comportano un incremento delle prestazioni della Panigale V4. I dati al banco rilevati con l’impianto che si sviluppa sottocoda segnalano un picco massimo di potenza pari a +12 CV a 13.000 giri; + 3,00Nm di coppia a 11.200 giri e un risparmio di peso di 2,80 kg. L’impianto con uscita singola bassa presenta questi vantaggi: + 4 CV a 13.400 giri; +1,00Nm a 11.300 giri e un risparmio di peso parti a 4,10 kg. Le performance sono ulteriormente migliorabili adottando le mappature specifiche (direttamente sulla centralina originale), che Mivv rilascerà nell’arco di qualche settimana. Il primo vede un prezzo di 3.281,00 euro, mentre il secondo viene 1.817,00 euro.

Ducati Panigale V2

Le novità riguardano uno scarico in versione slip on (omologato Euro4 ed Euro5 con catalizzatore optional Mivv installato), equipaggiato con una versione “speciale” del terminale Delta Race, qui disponibile con corpo in carbonio twill 3k (versione finora inedita) oppure in Inox chiaro con effetto spazzolato “pearled” e fondello in carbonio. Il Delta Race sviluppato per la Panigale V2 lavora con una valvola EXUP appositamente progettata (regola elettronicamente i gas interni). Si tratta di una scelta tecnica molto complessa, che nel mondo aftermarket ritroviamo soltanto in casa Mivv; gli alti costi di ricerca e sviluppo si riverberano sul prezzo al pubblico, in linea però con l’esclusività del prodotto. Il quadro dei dati al banco (rilevati alla ruota) indica un guadagno max sulla potenza pari a +8,30 CV a 11.000 giri; un incremento della coppia di +5,60Nm a 9.200 giri e una riduzione sul peso di ben 5,10 kg.

Ad affiancare la versione “Slip On”, sempre per la V2 arriva anche un full system esclusivamente uso pista, realizzato in inox a doppia uscita sottocoda dove “svettano” due compatti X-M1, si tratta del terminale in titanio (grado 1 slow) che Mivv promuove come “la perfetta sintesi tra stile racing e performance”. Di serie vengono forniti i paracollettori in carbonio, visibili in foto. I vantaggi prestazionali sono: +1,40 CV a 10.800 giri; +3,20Nm a 8.800 giri e un risparmio di peso pari a 3.60 kg. Anche per la V2 saranno disponibili in tempi brevissimi mappature specifiche, da impostare sulla centralina originale, capaci di ottimizzare le perfomance, già ottime senza interventi all’elettronica. Infine i prezzi: la soluzione Slip On con Delta Race Inox: 2.122,00 euro; con Delta Race Carbonio 2.183,00 euro. Il sistema completo, invece, è proposto a 3.159,00 euro.

Articoli che potrebbero interessarti