MotoE, Granado imprendibile, 6° Ferrari. Bene Canepa e de Angelis

Dominique Aegerter ha chiuso in seconda posizione. Distacchi contenuti per la terza posizione. Domani la Superpole.

Share


La stagione 2020 del campionato FIM Enel MotoE World Cup si apre nel segno di Eric Granado. Sul tracciato spagnolo di Jerez de la Frontera, anche i piloti della categoria elettrica hanno ufficialmente aperto le danze in seguito al lungo periodo di inattività causa emergenza COVID 19.

Dopo aver concluso in seconda posizione i test di mercoledì, Eric Granado ha stampato il miglior tempo in entrambe le sessioni di prove libere odierne. Il portacolori del Team Avintia Esponsoroma ha siglato un interessante 1'48"531, ben mezzo secondo più rapido del tempo ottenuto due giorni prima. Veloce sul giro secco e costante sul passo gara. Inavvicinabile per i suoi avversari, specie nel quarto settore dove ha rifilato distacchi abissali. Nonostante un 2019 altalenante, concluso con la doppietta a Valencia, il brasiliano si appresta a rivestire un ruolo da protagonista nel corso di questa stagione. 

Chiude in seconda posizione della combinata del venerdì il mattatore dei test pre - season Dominique Aegerter. Il rookie di lusso della categoria si è fermato a poco più di un decimo da Granado. Una giornata positiva per lo svizzero, in linea con i valori espressi nelle prove invernali. Per Aegerter si tratterà di un banco di prova importante, al primo vero esame in sella all'Energica Ego Corsa, non troppo distante dal leader di giornata.

"Nel complesso sono state due sessioni positive - dichiara il pilota Dynavolt Intact GP - purtroppo non sono riuscito a tenere un buon passo nel pomeriggio per colpa del caldo, ma in FP1 siamo stati decisamente competitivi. Domani continueremo a lavorare sodo e non vedo l'ora di assaporare l'adrenalina del singolo giro in Superpole!".

Terza posizione per il migliore degli italiani, Niccolò Canepa, col tempo di 1'48"760. Il pilota del Team LCR si è dimostrato a suo agio con la nuova carcassa anteriore più rigida introdotta da Michelin. Il genovese precede nella classifica il compagno di squadra Xavier Simeon, uno dei pochi ad essersi migliorato nel turno pomeridiano.

Ottima quinta posizione per Jordi Torres (Pons Racing 40), a soli 440 millesimi dalla vetta, davanti al campione in carica Matteo Ferrari in 1'48"979. Per l'alfiere del Team Trentino Gresini si è trattata di una giornata interessante, in cui si è cercato di trovare il giusto compromesso di set up sulla Ego Corsa in vista del gran premio di domenica.

A causa delle alte temperature, i riferimenti cronometrici migliori sono stati segnati al termine della FP1 del mattino. Tra i piloti più costanti in condizioni torride, troviamo il sammarinese Alex de Angelis (OCTO Pramac). L'ottava posizione nella combinata non deve ingannare. Infatti, il suo ritmo si è rivelato molto interessante in ottica gara.

"Questa mattina sono stato in grado di limare il tempo dei test, avvicinandomi alla vetta, ma ho perso alcune posizioni in classifica - spiega de Angelis - nel pomeriggio, con gomme nuove, ho tenuto un ottimo passo. Siamo riusciti a provare diversi elementi sulla moto, sono fiducioso per la gara. I distacchi sono contenuti, aldilà di Granado ed Aegerter".

Nono posto per Matteo Casadei con SIC58,  quindicesimo Tommaso Marcon (Tech-3) reduce da un infortunio al legamento del ginocchio destro. A proposito di infortuni, Alessandro Zaccone (Trentino Gresini) non prenderà parte al primo appuntamento stagionale in seguito alla caduta di mercoledì che gli ha provocato una piccola frattura del femore all'altezza del ginocchio sinistro.

Le premesse per assistere ad un gara entusiasmante ci sono. Granado ed Aegerter sembrano avere qualcosa in più rispetto alla concorrenza. Mentre è lotta aperta per la terza posizione virtuale, con sette piloti racchiusi in solo mezzo secondo.

La MotoE tornerà in pista domattina, alle 11:50, per la FP3. Nel pomeriggio la Superpole per decidere lo schieramento di partenza. 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti