Moto2, FP1: Marini davanti a tutti a Jerez con un ritmo pazzesco, Navarro 2°

Miglior tempo e tanto lavoro sul passo gara per il pilota Sky Racing Team che sembra avere una marcia in più degli altri. 3° Bezzecchi davanti a Nagashima. 21 piloti in un secondo 

Share


La bandiera verde ha sventolato anche per la Moto2, ultima categoria a scendere in pista questa mattina nella prima giornata ufficiale del primo GP post Coronavirus in scena a Jerez de la Frontera. Dopo il record della pista di Rodrigo in Moto3 e la bella lotta Marquez-Vinales in MotoGP queste FP1 della classe intermedia sono passate sotto il segno di Luca Marini che ha fermato il suo cronometro in 1:41.410 al diciannovesimo dei venti giri percorsi, lavorando per tutta la sessione sul passo e mostrando un ritmo gara davvero impressionante. I test di mercoledì devono davvero aver aiutato lo Sky Racing Team VR46 visto che quest'oggi con Luca ha potuto lavorare solamente per la gara, senza cambiare assetti o fare altre prove. 

Subito dietro l'italiano si è classificato Jorge Navarro, che era parso in difficoltà nella prima parte della sessione ma che alla fine è riuscito a piazzare la giusta zampata e a mettersi tra i piloti Sky visto che in terza posizione si è posizionato Marco Bezzecchi. 

Il Bez è stato in testa alla classifica per buona parte della sessione con un tempo fatto segnare all'inizio seguendo i riferimenti di Marini. Dietro, quarta posizione per Nagashima, unico vincitore della stagione che ha preceduto Schrotter e Lowes. 

Solo 7° Jorge Martin che però ha mostrato, proprio come Luca Marini, di avere un buonissimo passo gara riuscendo a far segnare il suo miglior crono all'ultimo giro del suo programma di lavoro, il 17°. Dietro al pilota KTM Fabio Di Giannantonio che a metà sessione era stato capace di mettersi tra i primissimi accendendo caschi rossi in tutti i settori tranne l'ultimo. 

9° posizione per la rivelazione del primo GP in Qatar Joe Roberts che ha preceduto Syahrin, Luthi e la coppia italiana Baldassarri-Bastianini. Per quanto riguarda gli altri italiani: Bulega è 16° davanti ad Aron Canet, mentre si sono classificate in 21° e 22° posizione le MV Agusta di Manzi e Corsi. Stefano Manzi è anche stato protagonista di una violenta caduta che ha disintegrato la sua moto, staccando di fatto l'anteriore dal telaio. 

 

Ancora problemi per Lorenzo Dalla Porta, 28° in classifica ma l'unico a compiere 20 giri insieme a Luca Marini. Il campione del mondo Moto3 in carica sta macinando chilometri in sella alla Kalex del team Italtrans, già nel pomeriggio dovrà dare risposte più convincenti. 

Ad ogni modo queste FP1 hanno mostrato un grande equilibrio visto che i primi 21 piloti della classifica sono tutti racchiusi in un secondo. 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti