Moto3, FP1: Rodrigo sbriciola subito il record della pista, 4° Migno

Partenza fulminea dell'argentino, che rifila quasi mezzo secondo a Fernandez, 3° Mcphee. 6° Vietti,  10° Arbolino seguito da Fenati, 15° Antonelli

Share


Finalmente ci siamo davvero! Il primo turno di prove libere della Moto3 infatti ha ufficialmente dato il via alla ripresa del mondiale, accompagnata una volta di più dal caldo torrido di Jerez, che metterà alla prova tutti i piloti fino a domenica. Chi ha patito meno di tutto le alte temperature del venerdì mattina andaluso è Gabriel Rodrigo, che non ha perso tempo firmando immediatamente il nuovo record della pista, migliorando l'1'45"745 fatto segnare l'anno scorso dalla stesso Rodrigo.

1’45”663 il crono odierno dell’argentino del team Gresini, capace dunque di essere anche già più veloce della pole position 2019 firmata da Lorenzo Dalla Porta. Il primo degli inseguitori è Raul Fernandez, che incassa però quasi mezzo secondo (+0.430), mentre chiude l’ipotetica prima fila John Mcphee. Alle spalle del britannico ecco il primo azzurro in classifica ossia Andrea Migno (+0.502), molto veloce sul finale di turno al pari del compagno Celestino Vietti, 6° alle spalle del secondo alfiere Gresini Jeremy Alcoba.

Settima piazza per Kaito Toba, seguito dal vincitore di Losail Albert Arenas e da Jaume Masia, unico pilota del team Leopard momentaneamente in Q2 vista la 25° posizione di Foggia a quasi due secondi dalla vetta, mentre Tony Arbolino chiude la top ten in sella alla Honda del team Snipers.

Restando sugli azzurri Romano Fenati è 11° a 889 millesimi da Rodrigo, e precede tra gli altri Niccolò Antonelli, 15° davanti al compagno Tatsuki Suzuki ed a Stefano Nepa (+1.277). Più attardati Riccardo Rossi (19°), il già citato Dennis Foggia e Davide Pizzoli (26°): da registrare anche la prima caduta della ripresa, “Interpretata” da Ayumu Sasaki alla curva 5.

Share

Articoli che potrebbero interessarti