SBK, CIV: La pioggia non ferma Delbianco e la BMW, Pirro resta ai box

Solo otto piloti scesi in pista nelle qualifiche bagnate del venerdì, 2^ la Ducati di Zanetti seguita dall’Aprilia di Savadori, 7^ la Honda di Gabellini

Share


Alla fine ci ha pensato la pioggia a guastare i piani. Già, perché pochi minuti prima del via del Turno 1 di qualifiche, l’acqua si è abbattuta sulla pista del Mugello, mandando all’aria i piani di squadre e piloti. Inutile infatti salire in sella alla moto e prendere rischi dopo che la giornata si è rivelata in parte soleggiata.

A fine sessione si contano soltanto otto temerari che hanno deciso di sfidare le avverse condizioni meteo, provando a trovare fiducia sul bagnato e a registrare alcuni riscontri cronometri. Il più veloce si è rivelato Alessandro Delbianco. L’ex pilota Althea SBK ha infatti bloccato il cronometro sui 2’14”075, cogliendo il riferimento nel finale della sessione.

Il portacolori DMR Racing è quindi riuscito a piegare la prima delle Ducati, ovvero la Panigale di Lorenzo Zanetti, che ha accusato poco più di un secondo dal rivale. Si è invece dovuto consolare col terzo posto Lorenzo Savadori, in azione con l’Aprilia 1100. Fino a pochi minuti dal termine era proprio il cesenate a comandare il gruppo, poi la concorrenza è riuscita a fare meglio.

Se Savadori ha comunque optato per scendere in pista nonostante la pioggia, chi è rimasto fermo ai box è stato Michele Pirro. Il portacolori Barni, campione in carica del CIV, ha infatti preferito guardare gli altri dal muretto, chiudendo in anticipo la propria giornata. Tornando alla classifica, da registrare il quarto tempo di Alessandro Andreozzi, seguito da Eddi La Marra e Matteo Baiocco. Poi la Honda del team Althea con Lorenzo Gabellini.

La sensazione è quella di un venerdì sprecato, sperando in un aiuto del meteo per il sabato.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti