MotoE, Di Meglio danza sulla pioggia al Red Bull Ring, 4° De Angelis

Tra cadute e colpi di scena il francese vince in Austria precedendo Simeon e Smith, 5° Ferrari seguito da Gibernau, 9° Canepa, 10° Savadori

Share


Prima la pole, poi il successo. Mike Di Meglio non poteva chiedere di più dal fine settimana austriaco, che gli ha consegnato il primo storico trionfo nella serie riservata all’elettrico. Quella del Red Bull Ring è stata una gara dove la priorità era quella di rimanere in piedi. Già, perché a causa della pioggia caduta poco prima del via (la gara per questo motivo è stata ridotta da 6 a 5 giri), l’asfalto si presentava particolarmente insidioso, tanto che la minima sbavatura la si pagava a caro prezzo.

Ne sa qualcosa Eric Granado, che fino a tre giri dal termine comandava la corsa per poi finire clamorosamente a terra in curva tre. Stesso discorso per Hector Garzo, uscito di scena al penultimo giro quando voleva mettere i bastoni tra le ruote a Di Meglio. Il francese ha mostrato però grande consistenza, evitando la minima disattenzione che gli ha consentito di portare a casa il trionfo.

Sul podio del Red Bull Ring spicca anche Xavier Simeon, che a metà gara si è ritrovato a fare gomito a gomito con Garzo, prima che quest'ultimo finisse a terra. A chiudere i primi tre Bradley Smith, mentre per soli sette decimi manca l’appuntamento col podio Alex De Angelis. Un quarto posto che lascia un pizzico di rammarico al portacolori Pramac, vittima di un largo che gli ha fatto perdere terreno coi piani alti della classe.

Alle sue spalle spicca poi Matteo Ferrari, il quale ha avuto la meglio nei confronti di Sete Gibernau, che ha mostrato grinta da vendere. Nei primi dieci anche Niccolò Canepa, autore del nono posto davanti al romagnolo Lorenzo Savadori, mentre tredicesimo Casadei. Gara amara per Niki Tuuli, vittima di un errore al via che lo ha visto concludere in 15^ posizione dopo il trionfo di un mese fa al Sachsenring.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti