Tu sei qui

Moto3, Team Gresini all'anno zero: nuovi piloti, stesso obiettivo

Presentata a Faenza la squadra campione in carica. Rodrigo e Rossi i nuovi piloti, con Manuel Poggiali nelle vesti di riders coach

Moto3: Team Gresini all'anno zero: nuovi piloti, stesso obiettivo

Squadra che vince non si cambia, oppure sì. Il team Gresini non ha infatti tenuto fede al proverbio e, dopo aver chiuso il 2018 sia con il titolo di campione del mondo che con quello di vice campione, ha deciso di rivoluzionare la sua squadra cambiando entrambi i piloti. Via Jorge Martin e Fabio di Giannantonio, dentro Gabriel rodrigo e Riccardo Rossi. Una rivoluzione drastica, accompagnata da un nuovo main sponsor e che ha visto ufficialmente la luce oggi, durante la presentazione ufficiale della squadra avvenuta a Faenza, a pochi passi dal reparto corse.

Il primo ad intervenire è ovviamente Fausto Gresini, per un altro anno al timone di una delle più grandi strutture del circus a due ruote. “Ho fatto ciò che sentivo di dover fare apre Fausto a proposito del cambio di piloti – in fondo vivo per questo e sono felice di essere per un altro anno qui. Ogni anno ha un nuovo sapore: siamo campioni in carica e questo ci porta in dote responsabilità ma anche carica. Le linee guida sono sempre le stesse, abbiamo un pilota d’esperienza ed uno giovane pronto a fare esperienza, come andrà lo dirà la pista”.

Il pilota d’esperienza citato da Gresini è come detto Gabriel Rodrigo, giunto alla sua quinta stagione titolare in Moto3 e pronto ovviamente ad essere protagonista. “L’anno sarà lungo e dobbiamo pensare gara per gara, lavorando con intelligenza. Qui ci sono tutti i mezzi per fare bene, il team mi ha accolto subito come uno di loro: l’importante credo sia divertirsi, e poi andare forte”.

Il rookie invece è Riccardo Rossi, ragazzo genovese di 16 anni già nel team Gresini l’anno scorso (nel CIV) e promosso quest’anno nel mondiale, nel pieno stile del “Progetto giovani” condotto da anni dalla struttura romagnola.

“Quando ho iniziato a correre partivo ogni weekend dopo scuola da Genova – spiega - per venire a San Mauro Mare (in Romagna ndr), ed ora sono qui. Sono un pilota dallo stile di guida dolce, devo fare esperienza ma l’obiettivo di tutti i piloti è vincere. Il mio carattere? Sono un ragazzo che si carica e si scarica facilmente”.

I due nuovi alfieri del team campione del mondo avranno a disposizione una Honda rinnovata in tanti aspetti, come conferma Massimo Capanna, capotecnico di Rodrigo nonché di Martin l’anno passato.“La moto è cambiata tanto – analizza – sia esternamente che internamente. È cambiato il motore, il cambio ed il forcellone: inoltre hanno lavorato molto sull’aereodinamica in toto. Il cambio ad innesti veloci è la novità più importante, siamo vicini a KTM se non superiori”.

A migliorare questa già imponente struttura è arrivato anche un bicampione del mondo come Manuel Poggiali, che sarà il riders coach di tutti i piloti del team dalla Moto2 alla MotoE passando per il CIV.

“Oggi lo sport è cambiato – racconta – e vi sono tanti aspetti da curare, sia a casa che in pista. E’ molto importante anche l’aspetto mentale, ci vuole armonia e la partenza sembra davvero ottima: io cercherò di dare dei consigli utili. Sarei dovuto approdare da Fausto da pilota nel 2004, non se ne fece nulla ma ora ho rimediato”.

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti