Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Riesco a guidare la Ducati come voglio"

Pecco riassume i suoi test: "Sono soprattutto soddisfatto, seguire Dovizioso per qualche giro mi ha fatto capire molte cose"

MotoGP: Bagnaia: "Riesco a guidare la Ducati come voglio"

Una delle qualità di Pecco Bagnaia è quella di montarsi la testa e sarebbe molto facile farlo finendo i test di Jerez da debuttante al 9° posto, a meno di 4 decimi dal migliore. Il piemontese di Pramac preferisce tenere il profilo basso, concentrandosi sui miglioramenti fatti in questi primi quattro giorni sulla Ducati e pensando a quelli ancora da fare a partire dai test di Sepang del prossimo febbraio.

Ci tenevo a essere il migliore fra i debuttanti, perché sarà questo il mio obiettivo nel 2019 - dice - Sono soprattutto sono contento di essere stato veloce a Jerez, una pista veramente tosta e storicamente difficile per la Ducati”.

Ieri soffrivi in frenata…
E oggi siamo riusciti a fare un grosso passo in avanti sotto questo aspetto, anche se so che ancora non basta. Sulla Desmosedici mi sento molto a mio agio da metà curva in poi, l’inserimento resta problematico”.

Hai seguito Dovizioso per qualche giro, ti ha aiutato?
Ho imparato molto dietro di lui, soprattutto mi sono accorto di quanto chiudeva le traiettorie in uscita di curva. Naturalmente ho ancora tanto margine, ma so di essere sulla strada giusta e il bilancio è positivo”.

Qual è l’aspetto migliore a oggi?
Riuscire a guidare la moto come vorrei, se devo riassumere questi test con una parola scelgo ‘soddisfatto’. È bello guardare la classifica e vedere il mio nome nella parte alta. Ieri pensavo di dovere fare molta fatica, invece siamo riusciti a risolvere i nostri problemi”.

Come ti stai trovando con il tuo capotecnico, Cristian Gabarrini?
Anche con lui le cose migliorano giorno dopo giorno, lavoriamo insieme da soli quattro giorni e dobbiamo ancora conoscerci meglio”.

Ora è tempo di vacanze…
Ci vado con delle belle sensazioni, userò questi due mesi per rilassarmi e riposarmi ma anche per prepararmi al prossimo anno”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti