Tu sei qui

Intesa tra UE e Giappone: moto fino a 1000 euro in meno

L'Europa cancellerà i dazi dal 99% dei prodotti importati dal Sol Levante con una riduzione dal 6% all'8% per moto e del 3,7% sui ricambi  

News Prodotto: Intesa tra UE e Giappone: moto fino a 1000 euro in meno

"Venghino signori, venghino!" si avvicina un periodo di occasioni per gli appassionati o futuri motociclisti. Nella lotta commerciale tra le superpotenze economiche a colpi di dazi da un lato ed agevolazioni dall'altro, il piccolo grande (e vessato) mondo delle due ruote potrebbe tutto sommato godere. 
E' stato infatti stipulato nei giorni scorsi un accordo commerciale tra Giappone ed Europa che comporta interessanti risvolti anche per i produttori di motocicli e parti di ricambio o aftermarket. Nel compromesso raggiunto tra il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker ed il primo ministro giapponese Shinzo Abe si dà una sforbiciata ai dazi sul 99% dei prodotti importati dal Giappone verso il Vecchio Continente, mentre per le esportazioni il taglio riguarda il 94% delle merci.

Nella fattispecie, restando al settore delle due ruote saranno eliminate voci di importazione/esportazione che gravano su moto e parti di ricambio. La riduzione dell'imposta all'importazione sarà ripartita nei prossimi cinque anni e varia a seconda delle cilindrate: per le moto " fino ai 250 cc" la riduzione si attesta all'8%, mentre per i veicoli "oltre i 250 cc" si avrà un risparmio del 6%. Per quel che riguarda i pezzi di ricambio il risparmio invece si aggirerà attorno al 3,7%.

Una bella notizia, soprattutto considerando il listino di molte maxi, con il guadagno per le tasche dei motociclisti che arriva fino a 1000 euro sul prezzo del nuovo. 
Inoltre c'è da aggiungere come il trattato consenta un accesso semplificato al mercato giapponese per i costruttori europei in quanto viene uniformata la normativa in termini di sicurezza (sistemi ABS) ed emissioni (addio quindi alle orride visioni, per esempio, di Ducati Panigale vendute in Giappone con scarichi inguardabili).
Il JEFTA (Japan Europe Free Trade Agreement), che ora dovrà essere presentato al Parlamento europeo per l’entrata in vigore nel 2019, manda un segnale forte ai recenti dazi imposti dall'altro lato del mondo (gli USA di Trump), che al contrario rischiano di far salire i prezzi delle moto - Harley Davidson ed Indian su tutte - importate anche di 2000 euro. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti