Tu sei qui

SBK, Roccoli al Lausitzring con Guandalini

Dopo Russo e Smrz, sarà il campione italiano Supersport 600 a salire sulla Yamaha R1 del team italiano, con cui finirà la stagione

SBK: Roccoli al Lausitzring con Guandalini

Nuovo cambio di portacolori per il team Guandalini che, dopo aver iniziato la prima parte di stagione con Riccardo Russo ed aver schierato a Laguna Seca il ceco Jakub Smrz, proporrà in Germania un pilota dotato di velocità ed esperienza, già vittorioso nel Mondiale Supersport.

Al Lausitzring, infatti, sarà Massimo Roccoli, campione in carica nel CIV Supersport 600 con la MV Agusta 675 e detentore di 4 titoli nazionali complessivi, a salire sulla R1 del team italiano che riporterà il trentaduenne romagnolo su una Superbike dal 2005, 12 anni fa, quando Massimo disputò una wild card a Donington con una Yamaha del team Lorenzini.

Tra l’altro, Roccoli è ancora decisamente in forma: sua gara 1 nel CIV di Misano del mese scorso, pista sulla quale nel 2006 l’italiano centrò anche una vittoria nella 600 Mondiale: “Massimo è un pilota molto esperto e veloce -è soddisfatto della scelta Mirco Guandalini- siamo convinti che faremo un buon lavoro con lui, nonostante egli abbia girato poco sulla nostra R1”.

Schiererete Roccoli solo in Germania o anche nelle gare successive?

Il nostro programma è di finire il campionato con Massimo, quindi, oltre a vederlo in azione al Lausitzring, Roccoli sarà in gara anche in Portogallo, a Magny-Cours, a Jerez e nell’ultimo round in Qatar. Avevamo altri piloti in lizza per la nostra sella, tra cui Smrz e Perotti, ma alla fine abbiamo scelto Massimo e siamo contenti di avere lui”.

Era stato puntato il dito sulla vostra R1, in particolare sulla gestione elettronica…

Stiamo lavorando molto per migliorare la nostra Yamaha, per ora il pacchetto elettronico è lo stesso di inizio stagione e le novità sulle quali ci stiamo impegnando nei test arriveranno il prossimo anno”.

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti