SBK, Giugliano: "La prima vittoria la sogno ad Aragon"

Show del pilota Ducati al Motodays dove scherza con i tifosi e promette la prima vittoria

Share


Il peggio sembra ormai definitivamente alle spalle per Davide, che a tu per tu con gli appassionati ha messo in mostra la verve dei giorni migliori.

Un faccia a faccia con il popolo dei motocilisti dal sapore genuino, divertente, condito dal sapore della positiva prestazione di Phillip Island, un anno dopo il brutto incidente che lo ha tenuto fermo ai box per tre lunghi mesi.

Un passato più che lontano e che ci consegna un Davide Giugliano fiducioso per la stagione appena iniziata e, tra il serio ed il divertito, rispondendo ad una domanda, fa una promessa: "Quest'anno arriva la prima vittoria, lo prometto. Se dovessi scegliere un pista dove vorrei vincere direi Aragon. Ovviamente ovunque poi va bene... ma in generale questo sarà l'anno giusto per rompere il ghiaccio". Fiducia nei propri mezzi e nel lavoro di sviluppo sulla sua Panigale che sotto le cure di Aligi Deganello e Paolo Biasio, sembra essere migliorata in fase di percorrenza in curva, quando si da gas in uscita a moto piegata:"Quest'anno c'è stato uno step importante, abbiamo migliorato da centro curva in poi, che era il nostro limite. Insieme a ad Aligi e Paolo stiamo facendo un bel lavoro".

E' carico Davide. Lo si vede da come risponde alle domande degli appassionati che gli erano attorno nell'area esterna ai padiglioni del Motodays. Serio nelle risposte, ma allo stesso tempo show-man quando in tutta la sua romanità confessa:"Quando vedevo Chaz Davies lo scorso anno un po' ...me rodeva" (ride, ndr).

Poi torna serio, ma per scacciare via gli incubi del passato:"Dall'Australia un anno fa tornai con un referto di tre mesi di convalescenza, quest'anno con 29 punti, un podio ed un giro veloce. Direi che andiamo meglio...".

Share

Articoli che potrebbero interessarti