Tu sei qui

De Angelis da Marc VDS nel 2011

Il sammarinese è stato visto parlare col Team Manager Michael Bartholemy

Moto - News: De Angelis da Marc VDS nel 2011

Share


Mancano tre gare alla fine del mondiale e Alex de Angelis è sempre più vicino alla firma.

“Corro gratis pur di finire la stagione in un team di alto livello – ha raccontato il sammarinese – e se abbiniamo questa situazione a quella dell'inizio di stagione dove non solo non ho preso lo stipendio, ma nemmeno il rimborso spese, penso che il quadro generale sia abbastanza chiaro: ho investito, mi sono messo in gioco e questo investimento adesso deve tornare”.

Tutti i principali Team di Moto2 ti hanno cercato. Come selezioni le proposte che valuterai?

“Io quest'anno non ho corso per i soldi. Però dalle offerte che mi arrivano capisco chi ha il budget per far sembrare di essere in grado di fare una stagione con un pacchetto vincente e chi ce l'ha perché ne è veramente in grado. E' per questo che sto aspettando a firmare”.

Definiresti quest'anno come un anno di transizione?

“Non esistono anni di transizione, la carriera di un pilota è troppo breve e un anno che va è un anno in meno. Quest'anno sono andato sulla fiducia, con Cirano Mularoni, usciva vincente dalla 250 ed era da tanti anni nel mondiale. Questa cosa mi è servita da lezione, oggi i team che mi contattano troveranno un Alex un po' più sulle sue. Quindi, per risponderti, a livello professionale è stato un anno perso, se invece è vero, come si dice, che si impara dalle difficoltà, devo dire che ne esco molto maturato”.

Quindi il prossimo anno di Alex de Angelis sarà Moto2 o Superbike?

“Voglio trovare un pacchetto vincente; la Superbike non la escludo, anche se non ci sono mai stato e la seguo poco, anche in TV”.

Nel frattempo il 26enne di San Marino è stato visto parlare anche con l'ex Team manager della Kawasaki MotoGP Michael Bartholemy, ora manager del Team di Moto2 Marc VDS, che ha già firmato per affidare la Suter all'inglese Scott Redding fino al 2012. Il Team di Bartholemy ha anche in progetto di correre in MotoGP nel 2012 con la BMW ed è quello che si potrebbe definire "un team sano".

 

Articoli che potrebbero interessarti