Tu sei qui

SBK, La magia di Misano e una Ducati con attacco a tre punte contro Toprak e BMW

Bautista ha dominato le ultime due edizioni in Riviera e Toprak sa che questa è la grande occasione per far saltare il banco nella roccaforte Rossa. In pista anche Pirro e Petrucci, quest’ultimo chiamato a stringere i denti. Da Rea e Yamaha un segnale è d’obbligo

SBK: La magia di Misano e una Ducati con attacco a tre punte contro Toprak e BMW

Dove eravamo rimasti? La domanda è lecita se consideriamo che l’ultima gara risale a quasi due mesi fa ad Assen. Sta di fatto che la Superbike è pronta a tornare in pista e lo farà nel weekend sul tracciato di Misano. La tappa della Riviera è una delle più attese del calendario con la passione del pubblico a fare da contorno, cercando di offrire un sostegno in più ai nostri portacolori.

C’è quindi attesa in casa Ducati con Alvaro Bautista e la Ducati chiamati a confermare quel dominio mostrato nelle ultime due edizioni. Misano rappresenta la roccaforte dello spagnolo, ma quest’anno il margine sembra essersi ridotto. I test hanno infatti messo in luce il potenziale di Toprak e BMW, intenzionati come non mai a far saltare il banco. D’altronde il turco lo sa: vincere a Misano avrebbe un peso non da poco contro il binomio Bautista-Ducati.

Ovviamente nel testa a testa tra i due vorrà inserirsi Nicolò Bulega, reduce da un avvio di Campionato sorprendente, tanto da essere addirittura terzo nel Mondiale. Il pilota di Montecchio Emilia punta a recitare una parte da protagonista e dello stesso avviso è anche Andrea Iannone, che torna a correre a Misano dopo quattro anni d'assenza.

I test di due settimane fa non hanno corrisposto più di tanto alle aspettative, ma il portacolori Go Eleven lo conosciamo bene e siamo convinti che sarà a stretto contatto con le posizioni di vertice. Rimanendo in tema Ducati serve mandare un segnale da parte di Michael Rinaldi, in quella che è la sua tappa di casa mentre Danilo Petrucci dovrà stringere i denti al ritorno alle gare dopo il brutto incidente col cross. Presente per l’occasione in veste di wildcard Michele Pirro, di nuovo con la Panigale nel Mondiale a distanza di quattro anni dall’ultima volta.

Tra i motivi di interesse del weekend in Riviera c’è poi il capitolo Rea-Yamaha. Un inizio di Mondiale travagliato per il Cannibale, già fuori dalla sfida iridata nonostante i buoni propositi invernali. Come se non bastasse, il nordirlandese deve fare i conti con le spine nel fianco rappresentate da Gardner e Locatelli. Avendo citato Andrea, il bergamasco vorrà tenere alto il tricolore e lo stesso discorso vale per Axel Bassani, impegnato con una Kawasaki ancora da cucirsi addosso su misura. Infine speriamo che la magia della Riviera possa portare qualche timido raggio di sole in casa Honda.      

Insomma, di carne al fuoco ne abbiamo abbastanza. Ne sapremo qualcosa in più a partire da venerdì mattina.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy