Tu sei qui

MotoGP, Pecco Bagnaia: “l'Aprilia era nettamente più veloce, la mia GP24 vibrava”

“Appena mi sono trovato dietro a Binder ho iniziato ad avere problemi di pressioni con entrambe le gomme, ma sappiamo dove intervenire”. Bastianini: “Il problema sembra preoccupante, ma sono convinto che riusciremo a risolverlo. Non può essere sempre tutto rose e fiori”

MotoGP: Pecco Bagnaia: “l'Aprilia era nettamente più veloce, la mia GP24 vibrava”

Nel sabato di Jorge Martin, le Ducati ufficiali restano giù dal podio. Pecco Bagnaia deve infatti consolarsi col quarta posto, dovendo lasciare strada nel finale all’Aprilia di Aleix Espargarò. Nonostante le ambizioni fossero altre, il campione in carico analizza la situazione, volgendo lo sguardo alla domenica.

“Guardo questa Sprint in maniera positiva anche se c’è del lavoro da fare – ha detto – rispetto  ai test ho riscontrato sensazioni diverse. Purtroppo la qualifica mi ha condizionato, perché partire in prima fila avrebbe fatto la differenza. Detto ciò in gara sono riuscito a partire bene, cercando di dare il massimo, ma appena dietro a Binder ho iniziato ad avere problemi di pressioni con entrambe le gomme. Ho quindi iniziato ad avvertire molte vibrazioni”.

Il piemontese entra nel merito della questione.
“Questa Ducati è una moto nuova e dobbiamo lavorare per migliorarla, ma sono tranquillo, perché abbiamo già analizzato i dati e sappiamo dove intervenire. La gara di domani è poi una situazione che mi piace di più”.

In gara Pecco non si è certo tirato indietro, dovendo magari ridurre la potenza come ha fatto Aleix.
“Non ho ridotto la potenza, ho solo cercato di guidare in modo diverso, dovendo andare dietro ai problemi piuttosto che adattarmi al grip. Non potevo sfruttare il nostro punto di forza, ovvero la percorrenza, dato che avvertivo forti vibrazioni per via della pressione alle gomme”.

Davanti a lui ha chiuso Aleix con l’Aprilia.
“Aleix era nettamente più veloce. Non so che difficoltà abbia avuto nella prima parte di gara, perché poi era mezzo secondo più forte. Vedremo quindi cosa accadrà nella gara lunga, che preferisco, perché gestisco meglio il tutto”

Sta di fatto che rispetto ai test qualcosa pare cambiato nel momento in cui ci si trova in scia a un pilota.
“La condizione della pista è diversa. Nei test non ho fatto più di tre curve attaccato a qualcuno. Di sicuro ha inciso aver perso il venerdì. Purtroppo ieri mattina ho avuto un problema, al pomeriggio è piovuto mentre stamani sono entrato in ritardo non potendo fare tutte le prove. È stato un inizio rocambolesco, ma sono  comunque riuscito a terminare quarto, gestendo meglio la situazione rispetto allo scorso anno”.

A vincere è stato Martin.
“Martin è partito forte, poi ha accusato il calo della gomma. Lui però è riuscito a fare la differenza nella parte centrale”.

L’ultima considerazione riguarda un rapido confronto con la moto della scorsa stagione.
“Io non ho mai avuto simili problemi con la GP23 perché facevo più fatica a fare percorrenza, infatti frenavo più forte sfruttando il grip in uscita. Questa moto invece ti porta ad avere più velocità. Sappiamo che c’è da lavorare, consapevoli di dove intervenire. 

Bastianini: "tutti noi con la GP 24 abbiamo questo problema"

A raccogliere le sue impressioni è Enea Bastianini.
“È stata una gara diversa da quanto mi aspettassi – ha detto - abbiamo riscontrato qualche lacuna rispetto ai test, ma penso che domani sarà diverso. Purtroppo ho accusato una forte vibrazione alla posteriore e questa cosa accomuna tutti noi piloti con la GP24. Dovremo quindi lavorare perché farà la differenza domani. La pressione gomme? Non ci ho guardato, perché sono andato a mangiare”.

La mente è quindi rivolta alla domenica.
“Domani sarà tutta un’altra gara, considerando il degrado dello pneumatico per 22 giri. Peccato per oggi, perché la moto funzionava bene, ma come detto c’è stato questo imprevisto. Sembra preoccupante, ma sono convinto che riusciremo a risolverlo. Non può essere sempre tutto rose e fiori”.

Infine una battuta su Marc Marquez e il quinto posto.
“L’ho visto bene, ha guidato forte e abbastanza sciolto. Penso che domani sarà parte del gruppo”.   

 

 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy