Tu sei qui

MotoGP, Oliveira: "Obiettivi? Intanto spero di restare intero per tutta la stagione!"

Miguel: "Sono eccitato, ci aspetta una grande sfida. Le Sprint? Saremo tutti più abituati, ma secondo me dovrebbero diminuire". Raul: "Prima volta che corro due stagioni sulla stessa moto, sarà interessante"

MotoGP: Oliveira:

 Intervista di Tiziano Niero

Miguel Oliveira e Raul Fernandez hanno finalmente svelato stamattina a Los Angeles i colori delle RS-GP griffate Trackhouse che porteranno in gara nel 2024. Entrambi hanno rischiato grosso con l'esclusione di RNF dal mondiale, ma Justn Marks ha risolto la situazione decidendo di puntare su Aprilia per un progetto molto ambizioso. In particolare Miguel ha anche rischiato di lasciare Noale in direzione Honda, ma alla fine l'accordo non è stato raggiunto ed è arrivata invece una promozione, visto che il portoghese avrà a disposizione una RS-GP su specifiche Factory 2024, equivalente dunque a quella di Vinales ed Espargarò. 

"La prima cosa che spero è di essere a posto fisicamente per tutta la stagione - le prime parole di Oliveira da pilota Trackhouse - In termini di risultati, il mio obiettivo è riuscire a stare il prima possibile assieme ai top rider".

Avrai anche la RS-GP 2024. 
"Abbiamo del lavoro da fare davanti e onestamente sono molto eccitato all’idea di iniziare".

Dopo il primo anno, che idea ti sei fatto del nuovo format, ti piacciono le Sprint Race?
"Direi che la Sprint Race e il Gran Premio ti portano ad affrontare sfide diverse. Penso che tutti noi piloti adesso saremo più abituati al nuovo format, soprattutto dal punto di vista della pressione. Ma la mia idea sarebbe quella di avere meno Sprint Race. Si tratta di un tipo di gara unico ed affrontarla in ogni fine settimana rappresenta una grande sfida per ognuno di noi e per le squadre".

Pensi che possano diminuire in futuro?
"Si tratta di vedere in futuro che direzione prenderà la cosa. Siamo alla seconda stagione come le Sprint, ogni fine settimana dovremo capire cosa saremo in grado di fare".

Grandi attese ci sono anche per la seconda stagione in Aprilia di Raul Fernandez, che nei test di Valencia ha impressionato mettendo in mostra un netto passo in avanti e candidandosi al ruolo di outsider tra i quattro piloti in sella alle moto di Noale. 

"Mi sento fortunato ad essere qui - ha detto Raul - mi trovo in una squadra americana ed ho sempre provato molto rispetto per loro. Sarà la mia seconda stagione con Aprilia, onestamente è la prima volta che correrò due stagioni di seguito con la stessa moto e la stessa squadra".

Cosa pensi di poter fare nel 2024?
"Spero dentro di me di poter fare dei buoni risultati, ma non voglio pensarci troppo. Il mio primo obiettivo per questa stagione sarà divertirmi in moto, trovare le sensazioni che ho provato per la prima volta a Valencia. Una volta fatto questo e lavorando bene, mi sentirò a mio agio ed arriveranno i risultati".

Hai finito molto bene la stagione, peserà anche sull'inizio del 2024?
"A Valencia è stato tutto diverso per me. Quando sei uno sport difficile come la MotoGP, ci vuole pochissimo a perdere la bussola e la confidenza. Se poi succede, è davvero difficile ritrovarla nel corso della stagione. Adesso mi sento bene, sono sicuro che conoscere meglio la moto ed anche la squadra mi aiuterà parecchio. Mi sento felice adesso, mi sembra una gran cosa essere qui con questa squadra".


Articoli che potrebbero interessarti