Tu sei qui

Moto2, Boscoscuro: "Aldeguer? Il budget non conta, conta la qualità dei piloti"

Il nuovo talento iberico fa dormire sonni tranquilli al manager Speed Up: "Il suo talento è incredibile". Nel 2024 il team schierarà per la prima volta quattro moto: "Nel 2022 avrebbe già potuto aggiudicarsi il titolo iridato, ma gli mancavano esperienza e conoscenza delle piste"

Moto2: Boscoscuro:

Il 2023 della Speed UP in Moto 2 si è concluso nel migliore dei modi grazie al segno lasciato nelle ultime quattro gare da Fermin Aldeguer. Grazie alle abilità di guida mostrate dal 18enne, il team diretto da Luca Boscoscuro si è così reso protagonista di qualcosa di storico visto il dominio quasi continuo della Kalex dalla creazione della serie nel 2010.

Reduce da una terza posizione assoluta nella classifica piloti, il murciano si era già messo in evidenza nel CEV Moto 2 nel 2021 dove era riuscito a portarsi a casa la coppa più importante con una corsa di anticipo e ora è diventato ambitissimo da molte scuderie, tanto che ad esempio durante il weekend dello scorso novembre in Qatar il proprietario di Ducati Pramac Paolo Campionati gli ha offerto un pre-contratto per il 2025. 
A dispetto dei corteggiamenti, però, nel 2024 sarà ancora schierato dal manager italiano assieme ad Alonso Lopez, a sua volta settimo tra i rider e con cinque podi alle spalle nel campionato ormai in archivio. Dopo Pedro Acosta, quindi, un altro interessante giovane talento arriva dalla Spagna. Ma come ha fatto il manager 52enne a scovarlo?

L’ho scoperto quando stava disputando il Campionato Spagnolo in sella alla Yamaha R6 – ha confessato a Speedweek - Con noi ha firmato nel 2020 e poi assieme abbiamo preso parte al Campionato Europeo Moto 2. Sono felice di vedere che si sia  evoluto in un corridore vincente. Nel 2022 avrebbe già potuto aggiudicarsi il titolo iridato, ma gli mancavano esperienza e conoscenza delle piste. Per quanto riguarda le capacità, invece, ne ha in abbondanza”.

La domanda che in molti si pongono è come mai non abbia mai gareggiato in Moto 3. E qui l’ex corridore  ha spiegato: “Avrebbe voluto correrci a 14 anni, ma era troppo grande e pesante per quelle motociclette essendo più  alto di 180 cm. Per questo motivo ho proferito farlo competere nel CEV, dove ottenne subito nove successi su undici round. A Lopez andarono le altre due”.

Molto sicuro del valore tecnico delle sue Speed Up, il dirigente di Schio ha fatto notare come chiunque abbia voluto lasciare la sua squadra non sia più stato in grado di replicare i buoni risultati precedenti.  “Con noi Canet ha terminato cinque GP in top 3, poi ha voluto a tutti i costi la Kalex, e lì per due stagioni non ha ottenuto nulla”.

Rispetto al costruttore tedesco che porta in griglia 26 moto, Boscoscuro ne ha a disposizione solamente due, anche se a partire dal prossimo marzo raddoppierà per merito dell’ingresso dell’equipe clienti MT Helmets Msi con Ai Ogura e Sergio Garcia come portacolori. Una scelta che ha fatto storcere il naso al produttore competitor.

Il budget non conta, ciò che pesa davvero è la qualità dei piloti. Se non sono veloci o non sanno utilizzare la tecnologia che hanno tra le mani diventa impossibile affermarsi – ha replicato alle critiche con una stoccata – La quantità non è importante. A cosa serve avere ventisei ragazzi a disposizione se nessuno di questi è in grado di vincere? E’ vero che non è facile trovare qualcuno di davvero bravo, ma prendere conduttori mediocri non ha senso”.

A questo proposito ha ricordato come nel 2019 lo stesso Lopez venne licenziato in tronco dal team di Max Biaggi in Moto 3 perché sembrava fosse affetto da una malattia misteriosa. “Fa sorridere pensare che subito dopo lo schierammo nella Moto 2 europea e lui si aggiudicò immediatamente due gare. Il vero suo problema è che pesa 81,6 kg. Ma se dimagrisce perde forza ed energia e anche mentalmente non riesce più a rendere al 100% - ha commentato – Normalmente quando si ha un’altezza di circa 180 cm, il peso ideale oscilla tra i 67 ei 70 kg. In caso contrario non si hanno chance nel confronto diretto con chi compreso il veicolo conta 65 kg”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy