Tu sei qui

SBK, Primi test del British Superbike nel segno di Buchan, 9° Sykes su Ducati

Danny Buchan in grande forma nella prima giornata di test ufficiali del British Superbike 2022 a Snetterton, precedendo di un soffio un redivivo Bradley Ray su Yamaha. Nono Tom Sykes con MCE Ducati

SBK: Primi test del British Superbike nel segno di Buchan, 9° Sykes su Ducati

Share


Bentornato BSB! Dopo oltre 150 giorni dalla finalissima in quel di Brands Hatch in cui Tarran Mackenzie aveva coronato il sogno di laurearsi campione seguendo le orme di papà Niall, quest’oggi si è ufficialmente alzato il sipario sulla stagione 2022 in occasione degli inaugurali test precampionato sul tracciato di Snetterton 300. Nella giornata dei grandi ritorni in madrepatria rispettivamente di Leon Haslam e Tom Sykes, con addirittura 52 piloti (!!) presenti nel turno congiunto tra British Superbike, SuperSport e SuperStock 1000, a prendersi però la scena è stato indiscutibilmente Danny Buchan, autentico mattatore del day 1 fin dal mattino.

Buchan al comando

Per il secondo anno consecutivo portacolori SYNETIQ BMW Motorrad, seppur in una pista che ultimamente gli ha regalato più dolori che gioie, Danny Buchan (nella foto di copertina) si è garantito la miglior prestazione odierna in 1’47”380. Si tratta semplicemente del primo giorno di test ufficiali MSVR dell’anno, anche se la M1000RR ha confermato le sue ottime doti velocistiche come testimoniato anche dal terzo posto di Peter Hickman (FHO Racing) a poco più di 3 decimi di ritardo dal compagno di marca. Nel panino delle BMW si è inserito invece Bradley Ray, ad appena 0”091, apparentemente rigenerato dal passaggio di Rich Energy OMG Racing alla Yamaha R1.

Haslam in top-6

Non ha deluso le attese neanche il giovanissimo Rory Skinner sulla Ninja ZX-10RR di FS-3 Racing, quarto nonostante una innocua caduta nel turno mattutino. Il classe 2001 ha preceduto il vicecampione 2020 Jason O’Halloran (McAMS Yamaha), alla prima presa di contatto con il nuovo capotecnico Les Pearson, dai trascorsi nel World Superbike sia con PATA che GRT Yamaha. Mentre, tornando in casa Kawasaki, tra gli osservati speciali non poteva che esserci Leon Haslam. Al rientro nel BSB sotto le insegne di Lee Hardy Racing, il Campione 2018 ha concluso al sesto posto, staccato di mezzo secondo dalla vetta.

Esordio per Sykes con la V4-R BSB

Tom Sykes alla guida della Panigale V4-R di MCE Ducati

Con il Campione in carica Tarran Mackenzie (McAMS Yamaha) 13esimo e ancora non al meglio fisicamente complice il recente infortunio invernale (soltanto 20 giri scarsi all’attivo per lui), il primo Ducatista risponde al nome di Tommy Bridewell (Oxford Racing MotoRapido) all’ottavo posto, alle spalle della GSX-R 1000 di Danny Kent e subito davanti a Tom Sykes. Dopo aver assaggiato la potenza della Panigale V4-R nei precedenti test in quel di Misano, oggi l’iridato SBK 2013 ha finalmente provato la quattro cilindri di MCE Ducati in configurazione BSB, fermando le lancette sul 1’48”046 a sei decimi da Buchan. Più attardato il team-mate nonché Campione 2015-2020 Josh Brookes in 14esima posizione, il quale avrà tuttavia a disposizione due ulteriori giornate di test in aggiunta alle uscite di Donington Park (31 marzo) e Silverstone National (6-7 aprile) antecedenti all'inizio della stagione.

Photo credit: Double Red Photographic.

RISULTATI:

Articoli che potrebbero interessarti