Tu sei qui

SBK, Caricasulo: “Sono ripartito dalla SSP, ma in Superbike posso ancora dire la mia”

“Con GMT94 non c’è mai stata fiducia. Go Eleven ha le persone giuste per aiutarmi a ripartire e penso di potermela giocare con Rinaldi”

SBK: Caricasulo: “Sono ripartito dalla SSP, ma in Superbike posso ancora dire la mia”

Share


Il suo nome è al centro delle trattative di mercato, tanto da essere accostato alla Superbike. Stiamo parlando di Federico Caricasulo, che ha da poco concluso la propria stagione in SSP con i colori di MotoXRacing.

Come ben sappiamo il pilota capitolino è ripartito ad inizio stagione con i colori di GMT94, ma a causa della separazione con la squadra di Guyot, ci ha pensato Sandro Carusi a offrigli la sella della Yamaha R6 con l’obiettivo di rilanciarlo.

Sul futuro di Federico aleggia un grosso punto interrogativo, ma al tempo stesso c’è la consapevolezza che il romagnolo abbia ancora tante carte da giocarsi, tanto da averlo confermarto nell’ultimo round di Portimao, dove è arrivato a un soffio dalla vittoria.

“Con la gara di Portimao si è conclusa la mia stagione in SuperSport – ha commentato Federico – non è stato un 2021 semplice, dato che sono dovuto ripartire da zero dopo la fine dell’avventura in SBK. Ho intrapreso un nuovo percorso con GMT94, ma purtroppo non c’è mai stata fiducia. Non mi trovavo bene all’interno del gruppo e c’era poca intesa,  infatti dopo poche gara si è interrotta la collaborazione”.

Sei quindi salito sul treno MotoXRacing.

“Esatto. Ho incontrato Sandro e la nostra intesa è nata in aeroporto. Tra di noi c’è stata la volontà di sposare un nuovo progetto, di conseguenza così eccomi saltare sulla Yamaha R6. È stata una nuova ripartenza, che mi ha consentito di correre nel CIV e togliermi soddisfazioni anche nel Mondiale”.

Avevi i dati di Bassani su cui basarti. Si sono rivelati utili?

“Per me erano difficilmente comparabili i dati di Axel. Ho quindi cercato di tracciare una mia strada per poi seguirla nel corso della stagione. Penso che siamo riusciti a crescere, facendo uno step avanti, fino ad arrivare a un soffio dalla vittoria”    

E adesso, cosa c’è nel futuro di Caricasulo?

“Dentro di me ho una gran voglia di tornare di là, in Superbike, dato che lo farei dopo aver maturato un anno di esperienza con GRT. Ho una grande motivazione, ma soprattutto la consapevolezza di  potermela giocare con piloti del calibro di Toprak e Rinaldi, dato che li ho già affrontati in passato”.

Si parla di Ducati e Go Eleven.

“Ho sentito queste voci. Io penso che se avessi la possibilità di guidare una moto come la Ducati, il cui motore ha un potenziale incredibile, rappresenta già un passo avanti. Inoltre Go Eleven ha fatto benissimo in passato con i giovani, dato che ha le persone giuste e potrebbero aiutarmi con la loro professionalità e le loro qualità. Da loro c’è un ambiente famigliare, capace di trasmettere fiducia, per me sarebbe una delle migliori opzioni”.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti