Tu sei qui

Il matrimonio perfetto? In pista... E con la tuta!

E' successo a Misano lo scorso weekend: il circuito si è trasformato nel nido dove due appassionati si sono promessi amore eterno con tanto di tuta e saponette!

Moto - News: Il matrimonio perfetto? In pista... E con la tuta!

Share


I maligni dicono che il matrimonio è la tomba dell'amore, e forse esagerano, quello che è certo però è che con la fede al dito e il desiderio di farsi una famiglia in molti i casi per i centauri la moto diventa un tabù: meno tempo da dedicare alla passione per le due ruote, il senso di responsabilità, le ansie della dolce metà o magari anche l'arrivo di un pargolo finiscono per far passare la moto in secondo piano e a volte a dire addio alla fedele compagna d'avventure. Non sarà così per Damiano e Francesca, che prima di unirsi in matrimonio sono stati uniti dall'amore incondizionato per le moto e per sugellare il loro amore hanno scelto una location veramente unica: il Misano World Circuit.

Sotto il segno dei motori

Damiano Farina e Francesca Triboli si sono conosciuti tra i cordoli: nel 2008, a Franciacorta. Un colpo di fulmine quello tra la ex pilota di auto e l'appassionato motociclista che negli anni li ha resi complici nella passione e nel lavoro: i due infatti sono proprietari di un negozio di abbigliamento specializzato, BeRacing a San Martino in Strada, provincia di Lodi. Col passare del tempo l'idea del matrimonio in pista era saltata fuori più volte e i due hanno deciso che era arrivato il momento di trasformare il sogno in realtà.

“La nostra chiesa”

Damiano e Francesca hanno portato il loro amore in circuito, più precisamente a Misano, senza certo lesinare nella cura dei dettagli: i primi tre box del paddock sono stati trasformati nella “casa dello sposo”, che come da tradizione ha accolto gli invitati prima della cerimonia, mentre la sposa a bordo di una Lamborghini Huracan Evo bianca si è concessa un giro d'onore prima di arrivare alla variante del Parco, allestita come location del matrimonio. Ad attenderla lo sposo, che ha scaldato le gomme della sua BMW S 1000 RR decorata con tanto di data celebrativa e classico “Just Married” sul cupolino. Damiano al classico abito ha preferito una tuta integrale Alpinestars opportunamente modificata a mò di smoking, con tanto di papillon e casco in tinta, con il badge “Sposo” a sostituire il logo Shoei. Al posto dell'altare un podio, dove la coppia ha scandito il fatidico sì, e poi un banchetto che ha portato gli oltre 150 invitati sulla terrazza del circuito e nella Sala Simoncelli.

Abbiamo raggiunto Damiano al telefono, che ci ha raccontato le tappe della loro storia: “La pista è sempre stato un posto speciale per noi: ci siamo conosciuti A Franciacorta nel 2008, e sempre a Franciacorta le ho chiesto di sposarmi nel 2019. Lo abbiamo fatto a Misano, perché lei ha passato le estati della sua infanzia a Cattolica, ma anche perché proprio nella curva 1 del World Circuit, dove abbiamo celebrato le nostre nozze, ho avuto la prima caduta in pista”.

Siamo sicuri che Damiano non sarà uno di quei mariti che dovrà appendere il casco al chiodo, perché a precederlo nell'arrivo al paddock ci sarà Francesca. E noi non possiamo augurargli 1.000 di questi trackday!

 

Articoli che potrebbero interessarti