Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso e Jarvis, primo contatto in campo neutro a Maggiora

Tanti volti della MotoGP presenti al Gran Premio d’Italia di Motocross, il Managing Director di Yamaha ha incontrato Andrea, nel paddock anche Beirer e il Presidente Viegas

MotoGP: Dovizioso e Jarvis, primo contatto in campo neutro a Maggiora

Share


Il cross è da sempre una delle sue più grandi passioni, tanto che negli ultimi mesi l’abbiamo più volte visto in azione sullo sterrato con la sua Yamaha. Stiamo ovviamente parlando di Andrea Dovizioso, ospite d’onore a Maggiora in occasione del round tricolore della MXGP, che ha visto il trionfo di Herlings davanti a Coldenhoff e Cairoli.

Il pilota forlivese sarebbe dovuto scendere in pista con la propria Yamaha per una parata insieme a Paulin e  Puzar, ma alla fine ha optato per declinare la proposta per rispetto nei confronti di queste leggende della specialità. Ha infatti preferito seguire i campioni in azione, come Cairoli, Herlings e Gajser, ammirando i loro salti, i traversi e le staccate.

Una giornata quindi da vero appassionato quella di Andrea, con il quale abbiamo scambiato qualche battuta nel paddock del Maggiora Park, tanto da concederci pure una foto. Nessuna intervista ovviamente, anche perché non ci sembrava giusto stressarlo in un momento particolare come quello attuale. Di sicuro il suo nome è al centro del mercato MotoGP e tutti sono curiosi di sapere cosa farà il forlivese nel 2022, ancora di più dopo l’addio di Vinales alla Yamaha: “È ancora presto per parlare, è presto”. Meglio allora spostare l’attenzione sul cross: “Sono un appassionato di Motocross e per me è un onore essere qua a Maggiora. Ci sono infatti dei grandissimi campioni in azione ed è un vero piacere poterli ammirare dal vivo. C’è Tony, Herlings, Gajser, Febvre. Girare come loro? Impossibile sorride, qua è un altro livello”.

Per concludere lo incalziamo poi sulla vittoria del suo amico Rinaldi a Misano: “Michael è stato bravissimo a Misano, purtroppo Donington non l’ho vista la gara”. Di più non gli abbiamo voluto chiedere, lasciandogli godere questa giornata tutta di traverso a due ruote.

Dovizioso a parte, a Maggiora c’erano diversi volti del paddock MotoGP, come Pit Beirer e Lin Jarvis. Anche il Managing Director Yamaha è un grande appassionato di Motocross, come lui stesso ci ha assicurato: “Io sono un amante del motocross e ho voluto sfruttare l’occasione per venire qua a vedere la gara del Mondiale, anche perché la MotoGP ha una lunga pausa e l’occasione si incastrava al meglio. È stata una bellissima domenica, inoltre Gara 2 sotto la pioggia e con quel fango è stata incredibile, bravi tutti i piloti”.

A Lin abbiamo ovviamente domandato se ha avuto modo di incontrare Dovizioso, anche perché Yamaha è alla ricerca di un pilota per il 2022: “Era un po’ che non vedevo Andrea – ci ha detto – ci siamo salutati, mi ha fatto molto piacere. Solitamente ci incontravamo nel paddock, mentre qua siamo sul fango (sorride)”. Chissà mai che oltre alla frasi di circostanza, i due non abbiano anche scambiato qualche battuta in merito a una eventuale avventura di Dovi in MotoGP con la Casa dei tre diapason, gettando proprio a Maggiora le basi per un futuro insieme.

Di sicuro riavere Andrea in MotoGP sarebbe un colpaccio, come ci ha assicurato Jorge Viegas, anche lui presente nel paddock per premiare i vincitori del GP d’Italia: “Penso sia stato un bellissimo weekend per tutti gli appassionati – ha detto il numero uno della Federazione Internazionale – inoltre le gare sono state fantastiche”. A Viegas abbiamo fatto notare la presenza di Dovizioso nel paddock: “Devo convincere Andrea a tornare in MotoGP? Vediamo, è un grandissimo pilota, sarebbe bello”.

        

Articoli che potrebbero interessarti