Tu sei qui

MotoGP, Miller: "Il fumo? Solo un po' d'olio nello scarico ma mi hanno fermato"

"Sono incazzato con me per l'errore: Mir aveva fatto un sorpasso dei suoi e si era toccato con Nakagami, per sicurezza ho frenato prima e sono caduto"

MotoGP: Miller: "Il fumo? Solo un po' d'olio nello scarico ma mi hanno fermato"

Share


A Jack Miller la caduta nel GP di Assen è costata cara e, come se non bastasse, una volta rialzatosi non ha potuto nemmeno finire la gara, dopo essere stato richiamato ai box dalla Direzione Gara per un problema tecnico che non c’era. Così l’australiano è passato in un colpo solo dal 3° al 5° posto in campionato.

Mi sentivo bene, stavo tenendo il mio passo dietro a Oliveira - ha raccontato - Poi Mir ha fatto uno dei suoi sorpassi e si è toccato con Nakagami. Così ho frenato un po’ prima, per sicurezza, ma ho lasciato il freno un po’ in anticipo, non avevo abbastanza carico sull’anteriore e sono volato via. Mi è costata cara. Sono incazzato con me per quell’errore, ho cercato di gestire la situazione ma non è bastato”.

Come detto è stato poi fermato dagli Steward, con cui ha parlato a fine gara.

Non mi hanno detto nulla di che, solo perché mi avevano richiamato ai box - ha spiegato- È stata una scivolata in prima marcia, non si è neanche piegato il manubrio, però è andato un po’ di olio nello scarico quando ho rialzato la moto. Hanno visto il fumo e mi hanno fermato. Sapevo che la moto non aveva nessun problema moto, gli ho anche detto di controllare”.

Naturalmente non è servito e ora Miller va in vacanza non come si aspettava.

Provo delle sensazioni costrastanti, vorrei di più - ha ammesso - Sono incazzato per i punti buttati oggi, non è stato un fine settimana facile, ma speriamo che in Austria vada meglio, lì ne avremo due” ha ritrovato alla fine la voglia di sorridere.

Articoli che potrebbero interessarti