Nuova Honda Jazz, l'ibrido intelligente a 20.000€

Honda ha presentato la nuova gamma Jazz aggiungendo anche la versione Crosstar. Prezzi interessanti e tanta tecnologia a bordo

Share


Honda ha presentato la Nuova Jazz, in versione ibrida. Partiamo subito parlando di costi. In un periodo storico difficile (per non dire disastroso) del settore auto la Jazz ibrida 2020 parte da 22.500€ di listino con prezzo promozionato di lancio a partire da 19.900€ con 8 anni di garanzia ed assistenza stradale a chilometraggio illimitato. Si possono scegliere in totale quattro allestimenti che, a salire, completano la vettura con accessori e optional. 

Non finisce qui, però, perchè la Honda Jazz 2020 è "sdoppiata" con anche una versione più grande, un mini suv compatto da città, uno di quei crossover che tanto vanno di moda oggi: la Jazz Crosstar. La versione "plus", come si direbbe per un telefono, della nuova arrivata in casa Honda parte da 26.900€ e fino ad agosto può essere acquistata con una speciale offerta di lancio con sconto del 10% sul prezzo di listino, al quale si potranno sommare anche futuri ecobonus (nel caso il Governo li approvi) e un’estensione di garanzia fino a 8 anni con chilometraggio illimitato. 

Inoltre, sempre parlando dei prezzi e dei vantaggi finanziari della nuova Jazz, Honda propone, per aiutare i clienti dopo il recente periodo di lockdown, il rinvio del pagamento della prima rata fino a sei mesi, ovvero fino a gennaio 2021. 

Esterni rinnovati per un pubblico giovane

Veniamo ora alla vettura che cambia moltissimo per quanto riguarda gli esterni. La versione "normale" rimane una compatta da segmento B con i suoi 4,04 metri di lunghezza, una larghezza di 1,7 metri e l'altezza di 1,5 metri. Il passo si attesta sui 2,5 metri e dovrebbe garantire un buon confort a bordo anche per i passeggieri posteriori. Per quanto riguarda la versione Crosstar, invece, cambiano di poco tutte le misure, aumentando di qualche centimetro. Sempre per quanto riguarda gli esterni la nuova Jazz sembra approcciarsi ad un pubblico più giovane con linee marcate e accattivanti, una filosofia che ricorda molto quella adottata da Hyundai nel restyling delle sue "i", dando alle vetture uno slancio estetico molto svecchiato. 

Teconologia e geometria all'interno 

All'interno domina la nuova plancia, anche qui anni luce avanti a quella della vecchia Jazz con lo schermo da 9 pollici e il "virtual cockpit" da 7 pollici TFT dietro al volante. Entrambi i display sono di serie sugli allestimenti più ricchi. Quello che però stupisce degli interni della nuova Jazz è la geometria della plancia, tutto sembra essere dove deve stare e dalle fotografie (in attesa di provarla) sembra tutto molto comodo. Honda, infatti, stima che il tempo necessario al guidatore per raggiungere o azionare i principali comandi di guida sia stato ridotto del 58% rispetto alla Jazz della precedente generazione, offrendo così un'esperienza di guida ancora più sicura.

Aumenta anche la tecnologia a bordo con un software rinnovato compatibile sia con Apple CarPlay che con Android Auto, utilizzabile tramite connessione USB o, per la prima volta su una Jazz, via wireless. Interessante anche la novità dell’App My Honda+ che permette di restare connessi all’auto anche da remoto. I servizi via smartphone sono stati totalmente sviluppati ex novo per un'esperienza intuitiva ed user-centered che fornisce un accesso sicuro a funzioni intelligenti. Per esempio, con l'app è possibile impostare le informazioni di viaggio per poi inviarle al computer di bordo, oppure aprire e chiudere le portiere da remoto. 

Motore: Svolta nell'ibrido?

Veniamo ora al motore e alla rivoluzione ibrida di questa Jazz. Per la prima volta, la nuova Honda Jazz è commercializzata in tutta Europa esclusivamente con l’avanzato propulsore ibrido: il sistema e:HEV. La tecnologia è stata sviluppata ad hoc per la nuova Jazz e prevede due motori elettrici compatti collegati ad un motore a benzina i-VTEC DOHC da 1.5 litri, una batteria agli ioni di litio e un'innovativa trasmissione a rapporto fisso che si attiva tramite un'unità intelligente di controllo della potenza (PCU). Tutti questi elementi lavorano perfettamente in armonia garantendo una risposta diretta e una guida incredibilmente fluida.

I 109 CV/80KW di potenza permettono alla nuova Jazz di raggiungere i 100 km/h in appena 9,4 secondi, con una velocità massima di 175 Km/h. Il sistema ibrido produce ridotte emissioni di CO2, a partire da 102 g/km (WLTP), ed ottimi consumi di carburante con valori che partono dai 4,5l/100 km (WLTP) sulla Jazz standard. Per la variante Jazz Crosstar le emissioni sono di 110 g/km (WLTP) e i consumi di 4,8l/100 km (WLTP). Sulla nuova Jazz troviamo anche tre modalità di guida: 

  1. Modalità EV Drive: la batteria agli ioni di litio alimenta direttamente il propulsore elettrico
  2. Modalità Hybrid Drive: il motore endotermico alimenta il generatore elettrico, che a sua volta alimenta il motore a propulsione elettrica
  3. Modalità Engine Drive: il motore a benzina è collegato direttamente alle ruote tramite una frizione lock-up (di blocco)

I motori elettrici di Jazz sono stati sviluppati da Honda con l’obiettivo di essere il più possibile leggeri, compatti, potenti ed efficienti, con il motore elettrico che gira fino a 13.300 giri/min per raggiungere 175 Km/h, generando una straordinaria coppia di 253 Nm ed erogando un’accelerazione immediata anche alle basse velocità. Anziché usare una trasmissione di tipo tradizionale, le parti in movimento sono connesse direttamente tra loro grazie a una trasmissione e-CVT a variazione continua controllata elettronicamente, dotata di un singolo rapporto fisso per garantire la connessione diretta tra tutte le componenti in movimento. Il risultato è una distribuzione più fluida della coppia e un’accelerazione più lineare e progressiva.

Sistemi di Sicurezza

Presenti a bordo anche numerosi ADAS, racchiusi nel sistema Honda Sensing che comprende: 

  1. Sistema di frenata a riduzione di impatto (CMBS), aiuta a evitare l’impatto contro auto e pedoni.
  2. Cruise Control Adattativo capace di gestire automaticamente la distanza dall'auto che precede.
  3. Sistema di mantenimento della corsia (LKAS), attivabile su strade di città, di campagna e in autostrada, mantiene il veicolo al centro della corsia a partire da una velocità di 72 km/h
  4. Sistema di mitigazione abbandono della carreggiata (RDMS), aiuta il guidatore a non abbandonare la traiettoria del veicolo.
  5. Rilevamento sull'angolo cieco (BSI), completo di sistema di monitoraggio del traffico in avvicinamento (CTM).
  6. Riconoscimento della segnaletica stradale (TSR).
  7. Limitatore intelligente di velocità (ISL), riconosce i segnali di velocità e imposta il limite da non superare. 
  8. Regolazione automatica dei fari abbaglianti, attivabile sopra i 40 km/h, accende e spegne automaticamente gli abbaglianti in base ai veicoli (auto, camion e moto) o biciclette che precedono o sopraggiungono nella direzione opposta e in base alla luminosità dell'ambiente

Share

Articoli che potrebbero interessarti