Tu sei qui

Moto3, Il team SIC58 si presenta, parola d’ordine “Non accontentarsi”

Il team è pronto alla sua quarta stagione nel mondiale con i confermati Suzuki ed Antonelli. Paolo Simoncelli: "Vogliamo fare meglio dello scorso anno". 

Moto3: Il team SIC58 si presenta, parola d’ordine “Non accontentarsi”

Share


Un nuovo anno per emozione e vincere, nel nome del Sic. Si è aperta ufficialmente oggi la stagione 2020 della SI58 Squadra Corse, che come di consueto ha scelto il Misano World Circuit “Marco Simoncelli” per presentare i suoi piloti e tutta la sua struttura. Una struttura giunta al quarto anno nel mondiale, e che cerca la definitiva consacrazione, dopo aver ottenuto lo scorso anno la prima storica vittoria (e la prima doppietta) in quel di Jerez, bissata poi a Misano. La parola d’ordine per il nuovo anno resta continuità, con la conferma sia di Tatsuki Suzuki che di Niccolò Antonelli, nonché di Mattia Casadei per quanto riguarda la MotoE.

Al comando della nave resta ovviamente Paolo Simoncelli, come sempre mattatore anche al microfono. “L’anno passato è stato intenso, sia per il debutto della MotoE che per il grande inizio in Moto3. La MotoE mi ha tolto il sonno, anche perché la prima caduta di Casadei è costata 65mila euro (ride ndr). La doppietta di Jerez mi ha fatto tornare in mente una grande giornata di Marco, sono coincidenze incredibili. L'obiettivo è fare meglio dello scorso anno".

Paolo non lesina parole al miele per i suoi piloti, divenuti quasi dei figli per lui. “Tatsu e Nicco si detestavano all’inizio, ma ora collaborano e sono amici: non credo esista un team in Moto3 capace di tenere due piloti per più di due anni. In tanti hanno fatto delle offerte ad entrambi per il 2020 ma loro sono voluti rimanere, sono molto felice di ciò. Nel 2021 probabilmente li perderemo, ma è il momento per pensarci”.

Come detto i piloti sono stati entrambi confermati, segno che nel box si sta creando una vera famiglia. Lo sa bene Tatsuki Suzuki, al suo quarto anno sotto l’ala di Simoncelli. “Io e Nico abbiamo capito che la collaborazione funziona e la stiamo applicando. L’obiettivo è chiudere il cerchio insieme a Paolo, sono cresciuto grazie a lui e vorrei ripagarlo”.

Niccolò Antonelli dal canto suo pare aver trovato la giusta serenità in casa SIC58, ed è pronto a cominciare quella che per lui sarà la stagione numero nove in Moto3, che lo rende un vero veterano della categoria. “Si è creata una grande squadra, io mi trovo bene e spero anche Tatsu (ride ndr). Sono convinto di poter fare bene, non voglio accontentarmi”.

A gestire tecnicamente i due piloti sarà ancora Marco Grana, nelle vesti di capotecnico. “Ho messo il lato umano davanti a tutto e mi trovo bene con i nostri due ragazzi. Il motore migliore? Va a quello che vince (ride ndr). C’è un grande lavoro alle spalle per arrivare a questo punto, nel team si respira un’ottima aria”.

Presente sul palco ovviamente anche Mattia Casadei, pupillo di Paolo Simoncelli da diversi anni e pronto a dare la caccia al titolo in MotoE. “Pensavo sarebbe stata peggio la moto, ma poi mi è piaciuta. E’ una moto con grande aderenza, con cui puoi divertirti: devo migliorare in qualifica, ed in generale voglio migliorare i miei risultati”.

Non sono solo Moto3 e MotoE comunque a dare forma al progetto SIC58, dato che l’impegno nei campionati nazionali continua, nel CEV in particolare. Nel 2020 infatti la struttura biancorossa sarà impegnata in Moto3 con Josè Garcia e Senna Angius, ed in Talent Cup con Harrison Vioght e Mattia Volpi.

Share

Articoli che potrebbero interessarti